Normativa e prassi

4 Agosto 2021

Invio dati per la precompilata: individuate le ulteriori categorie

È più ricca la platea di dati che potranno essere utilizzati dall’Agenzia delle entrate per l’elaborazione delle dichiarazioni precompilate relative all’anno d’imposta 2021. Entro il 31 gennaio del 2022, infatti, anche gli operatori delle prestazioni sanitarie riconosciute con il decreto 9 agosto 2019 del ministero della Salute dovranno inviare al Sistema tessera sanitaria i dati relativi alle spese presso di loro effettuate dalle persone fisiche nel corso di quest’anno. A stabilirlo il decreto 16 luglio del Mef, pubblicato ieri, 3 agosto 2021 in Gazzetta Ufficiale, serie generale n. 184.

I nuovi soggetti tenuti alla trasmissione telematica delle spese sanitarie sono quelli iscritti negli elenchi speciali a esaurimento istituiti con il decreto del ministero della Saluto del 9 agosto 2019. In particolare le categorie professionali fresche di investitura sono quelle appartenenti alla sfera professionale sanitaria di:

  • tecnico sanitario di laboratorio biomedico
  • tecnico audiometrista
  • tecnico audioprotesista
  • tecnico ortopedico
  • dietista
  • tecnico di neurofisiopatologia
  • tecnico fisiopatologia cardiocircolatoria e perfusione cardiovascolare
  • igienista dentale
  • fisioterapista
  • logopedista
  • podologo
  • ortottista e assistente di oftalmologia
  • terapista della neuro e psicomotricità dell’età evolutiva
  • tecnico della riabilitazione psichiatrica
  • terapista occupazionale
  • educatore professionale
  • tecnico della prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di lavoro.

Alle categorie professionali sopraelencate si aggiunge quella dei massofisioterapisti per i quali il titolo professionale è stato conseguito ai sensi della legge n. 403/1971.

Le modalità tecniche per la trasmissione dei dati saranno stabilite con un provvedimento del direttore dell’Agenzia delle entrate. Entro trenta giorni dall’entrata in vigore del decreto pubblicato ieri in Gazzetta, invece, la Federazione nazionale degli ordini dei tecnici sanitari di radiologia medica e delle professioni sanitarie tecniche, della riabilitazione e della prevenzione, dovrà mettere a disposizione del Sistema tessera sanitaria gli elenchi dei soggetti coinvolti dalle nuove disposizioni.

Condividi su:
Invio dati per la precompilata: individuate le ulteriori categorie

Ultimi articoli

Normativa e prassi 22 Settembre 2021

L’assembla condominiale approva: Superbonus a chi si accolla le spese

Se l’assemblea approva, le spese per gli interventi effettuati sulle parti comuni del “condominio misto”, che ospita alloggi di privati e di una Pa, potranno essere sostenute dai condomini interessati che in sede assembleare, esprimendo parere favorevole, manifestano l’intenzione di accollarsi l’intero importo e che beneficeranno della detrazione al 110 per cento.

Attualità 22 Settembre 2021

Spese sanitarie 1° semestre 2021, comunicazioni entro il 30 settembre

Non sono ancora scaduti i termini per la presentazione dei redditi relativa al 2020 che già si riaccendono i motori per predisporre la precompilata 2022.

Normativa e prassi 22 Settembre 2021

Aliquota Imu all’11,4%, anche senza delibera 2021

Se la maggiorazione dell’aliquota Imu dello 0,08% è stata espressamente confermata dalle delibere consiliari ininterrottamente dal 2015 al 2019, in qualità di maggiorazione Tasi, e per il 2021 il Comune non ha adottato alcuna deliberazione in materia, vengono convalidate automaticamente tutte le aliquote approvate per il 2020, compresa anche quella maggiorata dell’1,14%, risultante dall’applicazione della maggiorazione dello 0,08 per cento.

Normativa e prassi 22 Settembre 2021

Flusso telematico delle delibere, dal Df chiarimenti sul timing

Con la risoluzione n.7/DF del 21 settembre 2021, il dipartimento delle Finanze fornisce chiarimenti in tema di decorrenza dell’obbligo di utilizzare il formato elettronico individuato dal decreto interministeriale del 20 luglio 2021, ai fini della trasmissione telematica al ministero dell’Economia e delle Finanze delle delibere regolamentari e tariffarie relative alle entrate tributarie dei comuni, delle province e delle città metropolitane (vedi articolo “Invio telematico delle delibere, in un decreto le specifiche tecniche”).

torna all'inizio del contenuto