Normativa e prassi

4 Agosto 2021

Invio dati per la precompilata: individuate le ulteriori categorie

È più ricca la platea di dati che potranno essere utilizzati dall’Agenzia delle entrate per l’elaborazione delle dichiarazioni precompilate relative all’anno d’imposta 2021. Entro il 31 gennaio del 2022, infatti, anche gli operatori delle prestazioni sanitarie riconosciute con il decreto 9 agosto 2019 del ministero della Salute dovranno inviare al Sistema tessera sanitaria i dati relativi alle spese presso di loro effettuate dalle persone fisiche nel corso di quest’anno. A stabilirlo il decreto 16 luglio del Mef, pubblicato ieri, 3 agosto 2021 in Gazzetta Ufficiale, serie generale n. 184.

I nuovi soggetti tenuti alla trasmissione telematica delle spese sanitarie sono quelli iscritti negli elenchi speciali a esaurimento istituiti con il decreto del ministero della Saluto del 9 agosto 2019. In particolare le categorie professionali fresche di investitura sono quelle appartenenti alla sfera professionale sanitaria di:

  • tecnico sanitario di laboratorio biomedico
  • tecnico audiometrista
  • tecnico audioprotesista
  • tecnico ortopedico
  • dietista
  • tecnico di neurofisiopatologia
  • tecnico fisiopatologia cardiocircolatoria e perfusione cardiovascolare
  • igienista dentale
  • fisioterapista
  • logopedista
  • podologo
  • ortottista e assistente di oftalmologia
  • terapista della neuro e psicomotricità dell’età evolutiva
  • tecnico della riabilitazione psichiatrica
  • terapista occupazionale
  • educatore professionale
  • tecnico della prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di lavoro.

Alle categorie professionali sopraelencate si aggiunge quella dei massofisioterapisti per i quali il titolo professionale è stato conseguito ai sensi della legge n. 403/1971.

Le modalità tecniche per la trasmissione dei dati saranno stabilite con un provvedimento del direttore dell’Agenzia delle entrate. Entro trenta giorni dall’entrata in vigore del decreto pubblicato ieri in Gazzetta, invece, la Federazione nazionale degli ordini dei tecnici sanitari di radiologia medica e delle professioni sanitarie tecniche, della riabilitazione e della prevenzione, dovrà mettere a disposizione del Sistema tessera sanitaria gli elenchi dei soggetti coinvolti dalle nuove disposizioni.

Condividi su:
Invio dati per la precompilata: individuate le ulteriori categorie

Ultimi articoli

Normativa e prassi 12 Agosto 2022

Rilascio obbligatorio delle frequenze, l’indennizzo è contributo in c/capitale

Con la risposta n. 427 del 12 agosto 2022, l’Agenzia chiarisce che il contributo percepito nell’anno corrente dalla società e previsto ex lege per la rottamazione obbligatoria delle frequenze inerenti al servizio televisivo digitale terrestre va qualificato come sopravvenienza attiva e, essendo ricompreso nell’articolo 88, comma 3, lettera b) del Tuir, concorre alla determinazione del reddito nell’esercizio in cui è stato incassato e nei successivi, ma non oltre il quarto.

Normativa e prassi 12 Agosto 2022

Il riaddebito del Bollo al cliente è parte integrante del compenso

L’imposta di bollo addebitata in fattura è assimilabile ai ricavi e ai compensi e concorre alla determinazione forfettaria del reddito soggetto a imposta sostitutiva ed è, quindi, rilevante ai fini della tassazione.

Normativa e prassi 12 Agosto 2022

Credito d’imposta “affitti”, ok anche dopo il 30 giugno 2022

Con la risposta n. 426 del 12 agosto 2022, l’Agenzia delle entrate chiarisce che, al ricorrere dei requisiti richiesti dalla norma, per i periodi oggetto di agevolazione, è possibile fruire del credito per canoni di locazione ad uso non abitativo ed affitto d’azienda, con riferimento alle mensilità per cui i canoni risultino versati entro il 29 agosto 2022, in considerazione delle prospettabili difficoltà interpretative della misura di sostegno individuate in sede europea.

Normativa e prassi 12 Agosto 2022

Investimenti pubblicitari, il bonus non ammette la presenza di “terzi”

Non sono agevolabili le spese per gli investimenti incrementali in campagne pubblicitarie effettuate sui mezzi di informazione (quotidiani, periodici ed emittenti televisive e radiofoniche locali) operate indirettamente, ossia tramite i servizi prestati da terzi.

torna all'inizio del contenuto