Normativa e prassi

15 Giugno 2021

Imbarcazioni da diporto e in alto mare, online il modello di comunicazione

Pubblicato sul sito internet dell’Agenzia delle entrate il provvedimento del 15 giugno 2021, siglato dal direttore Ernesto Maria Ruffini, che disciplina le modalità e i termini di presentazione delle dichiarazioni per beneficiare della non imponibilità dell’Iva sui servizi di locazione, anche finanziaria, noleggio e simili, non a breve termine di imbarcazioni da diporto e di navigazione in alto mare, ai sensi degli articoli 7-sexies e 8-bis del Dpr n. 633/1972. In rete anche il modello di dichiarazione e le relative istruzioni per l’invio. Le dichiarazioni potranno essere trasmesse telematicamente a partire dal prossimo 15 luglio.

L’articolo 1, commi 708 – 712, della legge di bilancio 2021 ha previsto l’obbligo di presentare telematicamente all’Agenzia delle entrate una dichiarazione attestante il possesso dei requisiti per coloro che intendono avvalersi della facoltà di effettuare acquisti di navi adibite alla navigazione in alto mare e/o beni e servizi alle stesse riferibili senza applicazione dell’Iva, articolo 8-bis del decreto Iva, e per gli utilizzatori che intendono fruire di prestazioni di servizi di locazione, anche finanziaria, noleggio e simili non a breve termine di imbarcazioni da diporto, articolo 7-sexies, comma 1, lettera e-bis), del citato decreto, (vedi articolo “Legge di bilancio 2021 e Fisco – 20. Navigazione in alto mare e in acque Ue”).

Il modello, con le relative istruzioni, è disponibile sul sito dell’Agenzia delle entrate e potrà essere trasmesso telematicamente a partire dal 15 luglio 2021, utilizzando i canali telematici Entratel/Fisconline dell’Agenzia delle entrate direttamente dal dichiarante o tramite un soggetto incaricato della trasmissione telematica, utilizzando esclusivamente il software denominato “dichiarazionenautica, che verrà reso disponibile gratuitamente sul sito internet nelle prossime settimane.
A seguito della presentazione della dichiarazione verrà rilasciata una ricevuta telematica con indicazione del numero di protocollo di ricezione.

Il modello di dichiarazione è costituito da:

  • frontespizio in cui sono riportati i dati del dichiarante o dell’eventuale rappresentante firmatario, il numero del protocollo e l’impegno alla trasmissione telematica
  • quadro A relativo alla dichiarazione della percentuale di utilizzo dei servizi di locazione anche finanziaria, noleggio e simili non a breve termine, nel territorio della Ue, di imbarcazioni da diporto dove sono riportate il codice fiscale del prestatore del servizio, i dati identificativi dell’imbarcazione, i dati del contratto per i servizi di locazione e l’attestazione della percentuale di utilizzo dell’imbarcazione nel territorio Ue (che può essere preventiva, indicando l’anno di riferimento o consuntiva, con indicazione del numero di protocollo della relativa dichiarazione preventiva se presentata)
  • quadro B riguardante la dichiarazione di navigazione in alto mare ai fini della non imponibilità ai sensi dell’articolo 8-bis del decreto Iva, dove sono riportati: nella sezione I, i dati che identificano la nave; la dichiarazione di intento di avvalersi della facoltà di effettuare acquisti o importazioni senza applicazione dell’Iva, indicando l’anno di riferimento; l’attestazione dell’effettuazione di un numero di viaggi in alto mare superiore al 70% del totale nell’anno solare precedente o in quello in corso al momento della dichiarazione (in caso di periodi inferiori all’anno, le date di inizio e fine del periodo stesso); l’attestazione del possesso dei documenti richiesti ai fini della dimostrazione della sussistenza della condizione di navigazione in alto mare; nella sezione II, il codice fiscale della parte contraente (cedente/prestatore) con riferimento alla singola nave a cui l’operazione si riferisce.

I dati delle dichiarazioni saranno resi disponibili nell’area riservata del sito internet dell’Agenzia delle entrate sia al soggetto dichiarante che, per la parte necessaria, al soggetto indicato in dichiarazione come parte contraente (cedente/prestatore). 

Condividi su:
Imbarcazioni da diporto e in alto mare, online il modello di comunicazione

Ultimi articoli

Normativa e prassi 23 Luglio 2021

Investimenti in beni strumentali, tutti i chiarimenti delle Entrate

Per gli investimenti che danno accesso al credito d’imposta effettuati dal 16 novembre 2020 (data di decorrenza della nuova disciplina introdotta dalla legge di bilancio 2021) al 31 dicembre 2020 (termine finale delle disposizioni previste dalla legge di bilancio 2020), o al 30 giugno 2021 nel caso degli investimenti “prenotati”, cioè con ordine accettato dal venditore e avvenuto pagamento di acconti in misura almeno pari al 20% del costo di acquisizione entro la data del 31 dicembre 2020, gli effetti del nuovo regime sono anticipati, senza attendere il 31 dicembre 2020, termine naturale delle precedenti misure.

Normativa e prassi 23 Luglio 2021

Importazioni e cessioni senza Iva per contrastare il Covid-19

Le modifiche al regime agevolativo per l’importazione in esenzione da Iva e dazi degli strumenti necessari a prevenire e ostacolare la pandemia non hanno mutato la ratio e le finalità della misura.

Normativa e prassi 23 Luglio 2021

Dispositivo cardiaco con monitor, Kit unico con aliquota Iva al 4%

Con la risposta n. 504 del 23 luglio 2021 l’Agenzia delle entrate fornisce dei chiarimenti a una società che commercializza dispositivi medici contro i disturbi cardiovascolari, in merito all’aliquota Iva applicabile alle cessioni dei dispositivi per il monitoraggio da remoto acquistati in un Paese Ue e rivenduti sul territorio nazionale.

Normativa e prassi 23 Luglio 2021

Senza Iva le cessioni di gasolio da un deposito fiscale a un altro

Con la risposta n. 506 del 23 luglio 2021 l’Agenzia chiarisce che il trasferimento da un deposito fiscale a un altro deposito fiscale, in regime di accisa sospesa, di carburanti identificati con determinati codici di nomenclatura doganali (27101245, 27101249, 27101943, 27102011) regolarmente utilizzabili per motori autotrazione rientra sempre nell’ambito applicativo della disciplina di cui all’articolo 1, commi 937-939 della legge di bilancio 2018 (la n.

torna all'inizio del contenuto