Normativa e prassi

28 Maggio 2021

Lotteria degli scontrini, da giugno premi meno pesanti, ma più numerosi

Con l’avvio delle estrazioni settimanali della “Lotteria degli scontrini”, previsto per il prossimo 10 giugno, riconsiderate e ridistribuite le risorse disponibili, le Agenzie delle entrate e delle dogane e dei monopoli, con determinazione siglata dai rispettivi direttori, Ernesto Maria Ruffini e Marcello Minenna, hanno aumentato il numero dei premi da assegnare, rispetto a quelli stabiliti in precedenza sempre con un provvedimento congiunto (vedi articolo “Al via la lotteria degli scontrini. Prima estrazione giovedì 11 marzo).
 
L’ammontare complessivo degli ulteriori premi è pari a 11.100.000 milioni di euro, da assegnare durante le previste estrazioni settimanali.
In sostanza, ogni settimana saranno attribuiti 25 premi aggiuntivi sia agli acquirenti sia agli esercenti. Gli estratti riceveranno, rispettivamente, 10mila e 2mila euro ciascuno.
Inoltre, in corrispondenza delle estrazioni previste per i prossimi 12 agosto e 30 dicembre 2021, saranno assegnati, in entrambe le occasioni, 5 maxi-premi da 150mila euro per i clienti e altri 5 da 30mila euro per gli esercenti.
 
Cosa cambia rispetto al recente passato. Ebbene fino a ieri erano previsti in tutto 30 premi settimanali:

  • 15 da 25mila euro per i consumatori
  • 15 da 5mila euro per gli esercenti,

dall’estrazione del 10 giugno, le vincite settimanali complessive saranno in totale 80.
 
I premi, secondo il regolamento della lotteria dei corrispettivi, devono essere reclamati entro il previsto termine di 90 giorni dalla ricezione della comunicazione di vincita. I premi settimanali aggiuntivi e i maxi-premi non reclamati nei tempi, unitamente ai premi eventualmente non attribuiti, sono versati all’Erario.
 
Per il resto, si legge nell’odierna determinazione, nulla cambia, e quindi per gli ulteriori premi continuano a valere le regole dettate dal Regolamento della “Lotteria” e dalle precedenti disposizioni sull’argomento.

Condividi su:
Lotteria degli scontrini, da giugno premi meno pesanti, ma più numerosi

Ultimi articoli

Normativa e prassi 23 Giugno 2021

Tax credit investimenti Mezzogiorno, un pro-rata pari a zero alza la misura

La società che ha acquistato, dal 2017 al 2020, attrezzature e impianti strumentali per la propria attività, beneficiando del credito d’imposta per gli investimenti nel Mezzogiorno (commi da 98 a 108, legge n.

Analisi e commenti 23 Giugno 2021

Regimi speciali Iva Oss e Ioss – 3 Moss non Ue apre a tutti i servizi

Dal 1° luglio, l’attuale sistema del Mini one stop shop, regime non Ue applicabile ai soggetti passivi non stabiliti nell’Unione europea, che forniscono servizi TTE, verrà ampliato a tutte le prestazioni, territorialmente rilevanti ai fini Iva in uno Stato membro, fornite a consumatori finali.

Normativa e prassi 23 Giugno 2021

Esenzione Irap da “Rilancio” per la società costituita nel 2019

La società nata il 1° ottobre 2019, che ha stabilito una durata di 15 mesi per il primo esercizio sociale, con primo esercizio “a cavallo” (dalla costituzione al 31 dicembre 2020), non deve effettuare i versamenti dell’Irap in scadenza a giugno 2021, ossia il versamento del saldo relativo al periodo d’imposta 1° ottobre 2019 – 31 dicembre 2020 e la prima rata di acconto relativo al periodo d’imposta 1° gennaio 2021 – 31 dicembre 2021.

Normativa e prassi 22 Giugno 2021

“Legge Antispreco”, i chiarimenti sui beni non più commercializzabili

Nell’ambito dei beni ceduti per finalità solidaristiche e ambientali la presenza di imperfezioni, alterazioni, danni o vizi dei prodotti tali da non modificarne l’idoneità all’utilizzo o altri motivi similari, non si riferisce alla locuzione “non più commercializzati”, ma solo all’espressione “non idonei alla commercializzazione”.

torna all'inizio del contenuto