Normativa e prassi

17 Maggio 2021

Benefici Zfu sisma Centro Italia: ampliata la platea dei beneficiari

Estesa a imprese e professionisti che hanno avviato dopo il 18 luglio 2019 (data di chiusura del precedente sportello agevolativo) una nuova iniziativa economica nella zona franca urbana, istituita nei comuni di Lazio, Umbria, Marche e Abruzzo colpiti dagli eventi sismici verificatisi a partire dal 24 agosto 2016, la possibilità di usufruire delle previste agevolazioni fiscali e contributive.

Ci ha pensato il Mise, con la circolare n. 162876 del 12 maggio 2021, modificando un suo precedente documento di prassi del 29 marzo scorso, con il quale aveva fissato le modalità e i termini di trasmissione delle domande, alla luce della novità introdotte dal decreto “Agosto” (vedi articolo “Zfu Sisma Centro Italia, finestra 2021 aperta dal 20 maggio al 16 giugno”). E, con l’occasione, il ministero ha opportunamente ritoccato il modello di istanza dedicato alle “nuove iniziative economiche”, da presentare esclusivamente tramite una specifica procedura informatica.

In proposito, ricordiamo che l’articolo 57, comma 6, del Dl n. 104/2020 ha prorogato il periodo di fruizione dei benefici introdotti dall’articolo 46 del Dl n. 50/2017, ai periodi d’imposta 2021 e 2022, e ha esteso il beneficio alle imprese e ai professionisti che intraprendono una nuova attività economica all’interno della Zfu entro il 31 dicembre 2021.

Considerato che le risorse disponibili sono passate dai 50 ai 90 milioni di euro, dal 20 maggio al 16 giugno 2021, potranno inviare le domande di accesso alle agevolazioni anche i nuovi ammessi.

Condividi su:
Benefici Zfu sisma Centro Italia: ampliata la platea dei beneficiari

Ultimi articoli

Normativa e prassi 23 Giugno 2021

Esenzione Irap da “Rilancio” per la società costituita nel 2019

La società nata il 1° ottobre 2019, che ha stabilito una durata di 15 mesi per il primo esercizio sociale, con primo esercizio “a cavallo” (dalla costituzione al 31 dicembre 2020), non deve effettuare i versamenti dell’Irap in scadenza a giugno 2021, ossia il versamento del saldo relativo al periodo d’imposta 1° ottobre 2019 – 31 dicembre 2020 e la prima rata di acconto relativo al periodo d’imposta 1° gennaio 2021 – 31 dicembre 2021.

Normativa e prassi 22 Giugno 2021

“Legge Antispreco”, i chiarimenti sui beni non più commercializzabili

Nell’ambito dei beni ceduti per finalità solidaristiche e ambientali la presenza di imperfezioni, alterazioni, danni o vizi dei prodotti tali da non modificarne l’idoneità all’utilizzo o altri motivi similari, non si riferisce alla locuzione “non più commercializzati”, ma solo all’espressione “non idonei alla commercializzazione”.

Normativa e prassi 22 Giugno 2021

Remissione in bonis al consolidato, se l’omessa opzione è in buona fede

La controllante che, per un semplice disguido, quindi, in buona fede, non ha esercitato tempestivamente l’opzione per il consolidato fiscale per il triennio 2020-2022, cioè nel modello Redditi 2020 (come previsto dall’articolo 119, comma 1, lettera d), del Tuir) può rimediare, avvalendosi della remissione in bonis.

Attualità 22 Giugno 2021

Cfp “automatici”, in arrivo per 1,8 milioni di partite Iva

Disposti i pagamenti dei contributi a fondo perduto riconosciuti in via automatica dall’articolo 1 del decreto “Sostegni-bis” (Dl n.

torna all'inizio del contenuto