Normativa e prassi

25 Marzo 2021

Associazione di promozione sociale, interventi ammessi al Superbonus

Con la risposta n. 206 del 25 marzo 2021, l’Agenzia delle entrate conferma che non è precluso l’accesso al Superbonus all’associazione di promozione sociale per gli interventi che intende realizzare sull’unità abitativa, indipendentemente dalla categoria catastale e dalla destinazione dell’immobile oggetto degli stessi, ferma restando la necessità che i lavori siano effettuati sull’intero edificio o sulle singole unità immobiliari.

Il quesito è di una Aps, iscritta nel registro nazionale e nei registri regionali e delle province autonome di Trento e di Bolzano, che intende effettuare specifici interventi di efficienza energetica, antisismici, di installazione di impianti fotovoltaici o delle infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici negli edifici, su immobili di proprietà, a destinazione speciale della stessa associazione, e ad uso non abitativo di categorie D/6 e D/8, utilizzati direttamente per i propri fini istituzionali.
L’istante, esaminati i documenti di riferimento, ritiene di aver diritto alla maxi-detrazione 110%, in quanto la norma agevolativa e la prassi in materia non escludono tale possibilità.

L’Agenzia è d’accordo e in proposito richiama, in particolare, la circolare n. 30/2020 che ha chiarito che l’agevolazione si applica, tra l’altro, agli interventi effettuati dalle organizzazioni non lucrative di utilità sociale (Onlus), dalle organizzazioni di volontariato (Odv), dalle associazioni di promozione sociale (Aps) iscritte nei registri nazionali, regionali e delle provincie autonome di Trento e Bolzano (comma 9, lettera d-bis dell’articolo 119 del decreto “Rilancio”).

Pertanto, non essendo prevista alcuna limitazione espressa per Onlus, Odv e Aps, il beneficio spetta per tutti gli interventi agevolabili, indipendentemente dalla categoria catastale e dalla destinazione dell’immobile oggetto degli stessi, ferma restando la necessità che i lavori ammessi al Superbonus siano effettuati sull’intero edificio o sulle singole unità immobiliari.

Di conseguenza, l’istante, nel presupposto che rientri tra i soggetti previsti dalla lettera d-bis del comma 9 sopra richiamato, in relazione agli interventi ammissibili che intende realizzare sull’unità abitativa, può accedere al Superbonus, in presenza dei requisiti e delle condizioni previste dalla norma.

Condividi su:
Associazione di promozione sociale, interventi ammessi al Superbonus

Ultimi articoli

Attualità 20 Ottobre 2021

Tax credit servizi digitali 2021, le domande da oggi, 20 ottobre

Al via da oggi, 20 ottobre, e fino alla mezzanotte del 20 novembre 2021 le domande al dipartimento per l’Informazione e l’Editoria per accedere al credito d’imposta riconosciuto alle imprese editrici di quotidiani e periodici per l’acquisizione di servizi digitali.

Normativa e prassi 20 Ottobre 2021

Il contratto non lascia dubbi è una permuta di beni pubblici

Il contratto di trasferimento di un immobile dal Demanio, che agisce per conto dello Stato, a un ente territoriale, in attuazione di un accordo di programma quadro, se contiene l’elenco dei beni immobili reciprocamente trasferiti con il relativo valore e presenta gli elementi tipici dell’operazione, può essere considerato una permuta di beni pubblici e beneficiare dei relativi regimi di favore previsti per le imposte di registro, ipo-catastali e bollo.

Normativa e prassi 20 Ottobre 2021

I registratori di cassa telematici non sono “iperammortizzabili”

L’interconnessione dei registratori di cassa telematici con il sistema informativo aziendale non comporta, di per sé, l’automatico riconoscimento dell’agevolazione prevista dalla legge di bilancio 2017 (articolo 1, comma 9) e più volte prorogata (articolo 1, comma 30, Bilancio 2018 e articolo 1, comma 60, Bilancio 2019), meglio conosciuta come “iperammortamento”.

Normativa e prassi 20 Ottobre 2021

Bonus “Restauro” edifici storici, le istanze partono a febbraio 2022

È pari al 50% delle spese sostenute nel 2021 e 2022 il credito d’imposta previsto per la manutenzione, la protezione o il restauro degli immobili di interesse storico e artistico.

torna all'inizio del contenuto