Normativa e prassi

2 Dicembre 2020

Atti pubblici, scritture private e donazioni: i codici da F24

Entrate nel perimetro d’azione del modello di pagamento unificato, le somme dovute per la registrazione degli atti pubblici e delle scritture private autenticate, e l’imposta sulle donazioni ora si vedono assegnare, dalla risoluzione n 76/E del 2 dicembre 2020, i codici tributo che identificano lo specifico tributo e quelli per i relativi eventuali interessi e sanzioni.
 
Tutto come da tabella di marcia dettata dal provvedimento del direttore dell’agenzia dello scorso 27 novembre (vedi articolo “Nuovi tributi, sanzioni e interessi fanno il loro ingresso nell’F24) che, in attuazione dell’articolo 2 del decreto del ministro dell’economia e delle Finanze del’8 novembre 2011, ha esteso l’utilizzo dell’F24 alle richiamate tipologie di tributi.
 
In sostanza, i neonati codici sono:

  • 1560, “ATTI PUBBLICI – Imposta di registro
  • 1561,  “ATTI PUBBLICI – Sanzione pecuniaria imposta di registro – Ravvedimento
  • 1562,  “ATTI PUBBLICI – Imposta di bollo
  • 1563, “ATTI PUBBLICI – Sanzione imposta di bollo – Ravvedimento
  • 1564, “ATTI PUBBLICI – Interessi
  • 1565, “ATTI PUBBLICI – Imposta ipotecaria
  • 1566, “ATTI PUBBLICI – Imposta catastale
  • 1567, “ATTI PUBBLICI – Tassa ipotecaria
  • 1568, “ATTI PUBBLICI – Sanzione imposte ipotecarie e catastali – Ravvedimento
  • 1569,  “Imposta sulle donazioni
  • 1570,  “Sanzione imposta sulle donazioni – Ravvedimento”.

 
Nel modello, vanno riportati nella sezione “Erario”, esclusivamente in corrispondenza delle somme indicate nella colonna “importi a debito versati”, con l’indicazione nel campo “anno di riferimento” dell’anno di formazione dell’atto.
 
Inoltre, in caso di avvisi di liquidazione relativi all’imposta sulle donazioni, la stessa risoluzione istituisce il codice tributo A198 che si abbinerà agli importi dovuti, mentre, per le altre “poste” in argomento, sempre nell’ipotesi di avvisi emessi dagli uffici dell’Agenzia, ne ridenomina di già esistenti. Questi:
A196, “ATTI PUBBLICI – ATTI PRIVATI – ATTI GIUDIZIARI – Imposta di registro – somme liquidate dall’ufficio
A197, “ATTI PUBBLICI – ATTI PRIVATI – ATTI GIUDIZIARI – Sanzione Imposta di registro – Imposta sulle donazioni – somme liquidate dall’ufficio
A146, “ATTI PUBBLICI – ATTI PRIVATI – ATTI GIUDIZIARI – SUCCESSIONI – Imposta di bollo – somme liquidate dall’ufficio
A148, “ATTI PUBBLICI – ATTI PRIVATI – ATTI GIUDIZIARI – SUCCESSIONI – Sanzione Imposta di bollo – somme liquidate dall’ufficio
A152, “ATTI PUBBLICI – ATTI PRIVATI – ATTI GIUDIZIARI – SUCCESSIONI – Interessi – somme liquidate dall’ufficio
A140, “ATTI PUBBLICI – ATTI GIUDIZIARI – SUCCESSIONI – Imposta ipotecaria – somme liquidate dall’ufficio
A141, “ATTI PUBBLICI – ATTI GIUDIZIARI – SUCCESSIONI – Imposta catastale – somme liquidate dall’ufficio
A142, “ATTI PUBBLICI – SUCCESSIONI – Tassa ipotecaria – somme liquidate dall’ufficio
A149, “ATTI PUBBLICI – ATTI GIUDIZIARI – SUCCESSIONI – Sanzioni Imposte e tasse ipotecarie e catastali – somme liquidate dall’ufficio
A151, “ATTI PUBBLICI – ATTI PRIVATI – SUCCESSIONI – Tributi speciali e compensi – somme liquidate dall’ufficio
A198, “Imposta sulle donazioni – somme liquidate dall’ufficio”.
 
Anche questi, nell’F24, vanno esposti nella sezione “Erario”, in corrispondenza delle somme indicate nella colonna “importi a debito versati”, indicando però, inoltre, negli appositi campi, il “codice ufficio”, il “codice atto” e l’“anno di riferimento”, indicati nell’atto emesso dall’ufficio.
 
Infine, una precisazione: relativa al versamento delle spese di notifica degli avvisi. Queste si versano con il codice 9400
 
I nuovi codici tributo saranno operativi da lunedì 7 dicembre 2020.

Condividi su:
Atti pubblici, scritture private e donazioni: i codici da F24

Ultimi articoli

Normativa e prassi 22 Gennaio 2021

Dati delle spese sanitarie 2020: gli operatori hanno 8 giorni in più

Più tempo per trasmettere i dati 2020 relativi alle spese sanitarie.

Normativa e prassi 22 Gennaio 2021

Rivalutazione partecipazioni e terreni: nuove regole e nuovi chiarimenti

Con la circolare n.1 del 22 gennaio 2021, firmata dal direttore Ernesto Maria Ruffini, l’Agenzia delle entrate, alla luce dell’evoluzione della normativa e delle recenti decisioni delle sezioni unite della Cassazione, fornisce ulteriori chiarimenti in tema di rideterminazione del valore di partecipazioni non negoziate in mercati regolamentati e di terreni edificabili e con destinazione agricola, fornendo un quadro sistematico della materia e sciogliendo i dubbi specifici sull’argomento.

Analisi e commenti 22 Gennaio 2021

Legge di bilancio 2021 e Fisco – 15 Bonus mobili con tetto maggiorato

La detrazione Irpef del 50% per gli acquisti di mobili e di grandi elettrodomestici nuovi, destinati all’arredo di immobili oggetto di interventi edilizi, spetta anche per quelli effettuati nel 2021, sempre che l’intervento di ristrutturazione sia iniziato in data non anteriore al 1° gennaio 2020.

Attualità 22 Gennaio 2021

Account Twitter dell’Agenzia: settimo compleanno da festeggiare

Con un pubblico di circa 50mila “affezionati”, fin dal principio si è connotato come un prezioso termometro della percezione dell’utenza e un bacino di raccolta delle segnalazioni costruttive dei cittadini.

torna all'inizio del contenuto