Normativa e prassi

28 Ottobre 2020

Country by Country reporting, aggiornate le regole di compilazione

Nuova versione per le modalità di presentazione all’Agenzia delle entrate della rendicontazione Paese per paese in applicazione del decreto del Mef 23 febbraio 2017 in materia di scambio automatico obbligatorio di informazioni nel settore fiscale. Nell’ottica generale di migliorare le modalità di compilazione e di trasmissione dei dati da parte delle entità tenute alla rendicontazione paese per paese, con il provvedimento dell’Agenzia del 27 ottobre 2020, infatti, è stato sostituito il precedente allegato tecnico (approvato con provvedimento del 27 novembre 2017) al fine di aggiornare le regole tecniche di compilazione della comunicazione e recepire quindi le modifiche introdotte allo schema xml internazionale Country-by-Country Report adottato dall’Ocse nel giugno 2019.

Il nuovo schema si applica a decorrere dal 1° gennaio 2021.

Il provvedimento introduce, inoltre, introdotte ulteriori regole per migliorare la qualità dei dati trasmessi all’Agenzia.

L’obbligo di rendicontazione Country by Country è stato introdotto nell’ordinamento interno dalla legge di stabilità 2016 (articolo 1, commi 145 e 146, legge n. 208/2015). In tal modo, il legislatore nazionale ha recepito le indicazioni contenute nel progetto Beps–Action 13, (“Guidance on the Implementation of Transfer Pricing Documentation and Country-by-Country Reporting”), del 5 ottobre 2015.

Successivamente, con il citato Dm 23 febbraio 2017 sono state dettate le prime disposizioni attuative (vedi “Country by country reporting: emanate le istruzioni operative”).

L’articolo 4, comma 2, del citato decreto ha rinviato ad apposito provvedimento del direttore dell’Agenzia la definizione delle modalità di presentazione della rendicontazione e il regime linguistico delle comunicazioni, avvenuta quindi con il provvedimento del 28 novembre 2017.

Il provvedimento in esame, dunque, sostituisce e aggiorna l’allegato tecnico sulla comunicazione approvato in precedenza.

Le modifiche adottate si applicano alle rendicontazioni trasmesse a decorrere dal 1° gennaio 2021, di conseguenza il precedente schema potrà essere utilizzato nella predisposizione delle comunicazioni annuali fino al 31 dicembre 2020.

Condividi su:
Country by Country reporting, aggiornate le regole di compilazione

Ultimi articoli

Normativa e prassi 24 Novembre 2020

Contributi a fondo perduto, arriva il decreto “Ristori-ter”

Il Dl 154/2020, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.

Normativa e prassi 23 Novembre 2020

Nuovo set documentale anti-sanzioni per il transfer pricing collaborativo

Aggiornata, con il provvedimento, firmato oggi, 23 novembre 2020 dal direttore dell’Agenzia Ernesto Maria Ruffini, la documentazione idonea a consentire il riscontro della conformità al principio di libera concorrenza dei prezzi di trasferimento praticati dalle imprese multinazionali.

Normativa e prassi 23 Novembre 2020

Sisma-bonus acquisti anche quando da un fabbricato nascono tre edifici

I chiarimenti forniti dall’Agenzia delle entrate con la risposta n.

Normativa e prassi 23 Novembre 2020

Forfetario senza impedimenti, se la nuova società non è controllata

La clausola ostativa che vieta il regime forfetario all’impresa che controlla direttamente o indirettamente società a responsabilità limitata esercenti attività riconducibili a quella da essa svolta, non si applica al caso in esame in cui l’istante che svolge una professione in regime forfettario costituisce una società con altri soci per l’esercizio in comune della programmazione e realizzazione di corsi di aggiornamento e perfezionamento e attività di editoria di libri, opuscoli e altre pubblicazioni specialistiche.

torna all'inizio del contenuto