Attualità

15 Ottobre 2020

“Contribuente solidale”, chi nel Covid ha sostenuto lo Stato con le tasse

Firmato, dal ministro dell’Economia e delle Finanze Roberto Gualtieri, il decreto che attribuisce la menzione di “contribuente solidale” a coloro che, pur potendo usufruire delle sospensioni dei tributi erariali disposte con i decreti “Cura Italia”, “Liquidità” e “Rilancio”, hanno deciso di effettuare comunque i versamenti con scadenza ordinaria.
Lo Stato, come previsto dall’articolo 71 del decreto “Cura Italia”, esprime così la propria riconoscenza ai contribuenti che non hanno mancato gli appuntamenti fiscali nonostante lo stop concesso per il blocco forzato delle attività, contribuendo alla tenuta dell’economia italiana in un momento di grande difficoltà. “È anche grazie alla loro scelta”, si legge in un comunicato diffuso oggi del Mef, “che il Paese può ora guardare con fiducia all’uscita dalla crisi e alla ripresa nazionale”.

Per entrare nell’elenco dei “contribuenti solidali”, che sarà pubblicato sul sito del Mef, basta inviare un’istanza, esclusivamente per via telematica, a uno dei seguenti indirizzi e-mail: contribuentisolidali@mef.gov.it e contribuentisolidali@pec.mef.gov.it, entro dodici mesi dalla data del versamento dei tributi erariali versati nonostante la sospensione. Possono ricevere la speciale menzione sia le persone fisiche che le persone giuridiche.

Il ministero renderà disponibile online, in un’area dedicata, il modello di istanza e le relative istruzioni, nonché la lista dei tributi erariali che, se versati nel periodo di sospensione da Covid-19, legittimano il riconoscimento di “contribuente solidale”.
I cittadini che hanno presentato l’istanza riceveranno una comunicazione dell’avvenuta menzione, il riconoscimento espresso della qualità di “contribuente solidale”.

Condividi su:
“Contribuente solidale”, chi nel Covid ha sostenuto lo Stato con le tasse

Ultimi articoli

Normativa e prassi 16 Gennaio 2021

Imposta sui servizi digitali: pronte le regole per partire

Chiusa la fase di consultazione pubblica e raccolti i suggerimenti inviati da professionisti, associazioni di categoria e operatori, sono state definite, con il provvedimento del 15 gennaio 2021, firmato dal direttore dell’Agenzia delle entrate, Ernesto Maria Ruffini, le regole operative dell’imposta sui servizi digitali, introdotta dalla legge di bilancio 2019 (articolo 1, commi da 35 a 50, legge n.

Normativa e prassi 15 Gennaio 2021

Modelli 730, Cu, Iva e 770: online i definitivi per il 2021

Superato il collaudo iniziato lo scorso 23 dicembre con la pubblicazione delle bozze, sono approvate, con quattro distinti provvedimenti, firmati il 15 gennaio 2021 dal direttore dell’Agenzia, le versioni definitive di 730, Certificazione unica, Iva e 770, con le relative istruzioni.

Analisi e commenti 15 Gennaio 2021

Legge di bilancio 2021 e Fisco – 10 Potenziato il credito d’imposta ReS

L’articolo 1 della legge n. 178/2020 interviene, con le lettere da a) ad h) del comma 1064, sulla disciplina del credito d’imposta per investimenti in ricerca e sviluppo, in transizione ecologica, in innovazione tecnologica 4.

Attualità 15 Gennaio 2021

Brexit, Irlanda del Nord e Ue creato un identificativo Iva ad hoc

Profili fiscali e doganali dopo Brexit: arrivano chiarimenti in un comunicato stampa di oggi, 15 gennaio 2021 del dipartimento delle Finanze.

torna all'inizio del contenuto