Attualità

15 Ottobre 2020

“Contribuente solidale”, chi nel Covid ha sostenuto lo Stato con le tasse

Firmato, dal ministro dell’Economia e delle Finanze Roberto Gualtieri, il decreto che attribuisce la menzione di “contribuente solidale” a coloro che, pur potendo usufruire delle sospensioni dei tributi erariali disposte con i decreti “Cura Italia”, “Liquidità” e “Rilancio”, hanno deciso di effettuare comunque i versamenti con scadenza ordinaria.
Lo Stato, come previsto dall’articolo 71 del decreto “Cura Italia”, esprime così la propria riconoscenza ai contribuenti che non hanno mancato gli appuntamenti fiscali nonostante lo stop concesso per il blocco forzato delle attività, contribuendo alla tenuta dell’economia italiana in un momento di grande difficoltà. “È anche grazie alla loro scelta”, si legge in un comunicato diffuso oggi del Mef, “che il Paese può ora guardare con fiducia all’uscita dalla crisi e alla ripresa nazionale”.

Per entrare nell’elenco dei “contribuenti solidali”, che sarà pubblicato sul sito del Mef, basta inviare un’istanza, esclusivamente per via telematica, a uno dei seguenti indirizzi e-mail: contribuentisolidali@mef.gov.it e contribuentisolidali@pec.mef.gov.it, entro dodici mesi dalla data del versamento dei tributi erariali versati nonostante la sospensione. Possono ricevere la speciale menzione sia le persone fisiche che le persone giuridiche.

Il ministero renderà disponibile online, in un’area dedicata, il modello di istanza e le relative istruzioni, nonché la lista dei tributi erariali che, se versati nel periodo di sospensione da Covid-19, legittimano il riconoscimento di “contribuente solidale”.
I cittadini che hanno presentato l’istanza riceveranno una comunicazione dell’avvenuta menzione, il riconoscimento espresso della qualità di “contribuente solidale”.

Condividi su:
“Contribuente solidale”, chi nel Covid ha sostenuto lo Stato con le tasse

Ultimi articoli

Normativa e prassi 19 Ottobre 2020

Opzioni Superbonus 110%, fruibili dal frontaliero con reddito fondiario

Un cittadino frontaliero che paga le tasse esclusivamente in Svizzera, dove svolge la sua attività lavorativa a 20 chilometri dal confine e che in Italia è comproprietario al 50% con la moglie della casa in cui vive, potrà accedere al Superbonus 110% tramite lo sconto in fattura o la cessione del credito essendo titolare di reddito fondiario.

Normativa e prassi 19 Ottobre 2020

Coronavirus, causa di forza maggiore: non è persa la detrazione sui mutui

La riposta n. 485 del 19 ottobre 2020 risolve il dubbio di una contribuente che ha acquistato, tramite mutuo ipotecario, un’unità immobiliare da accorpare alla sua, confinante, abitazione principale.

Normativa e prassi 19 Ottobre 2020

Versamento acconti Irap 2020: nuovi chiarimenti dall’Agenzia

Il decreto “Rilancio” ha previsto importanti misure, volte a garantire liquidità e sostegno alle imprese (e ai lavoratori autonomi) italiane in difficoltà, per assicurarne la tenuta nel periodo dell’emergenza sanitaria e favorirne il rilancio al momento della ripresa.

Normativa e prassi 19 Ottobre 2020

Deducibili i contributi facoltativi versati per il riscatto della laurea

Obbligatori o facoltativi che siano, sono deducibili dal reddito complessivo i contributi previdenziali versati dal dipendente alla gestione della forma pensionistica obbligatoria di appartenenza qualunque sia la causa che origina il versamento, in applicazione dell’artico 10, comma 1, lettera e) del Tuir.

torna all'inizio del contenuto