Normativa e prassi

13 Ottobre 2020

Contributo Covid in una fusione: i ricavi delle società si sommano

Una società che ha realizzato un’operazione di fusione per incorporazione, per determinare correttamente la soglia di accesso al contributo a fondo perduto riconosciuto dal Decreto Rilancio alle aziende che non superano i 5 milioni di fatturato (articolo 25, comma 2, Dl n. 34/2020), dovrà sommare i ricavi propri e quelli dell’azienda incorporata.
Anche per l’altra condizione di accesso al contributo, in base alla quale l’ammontare del fatturato e dei corrispettivi del mese di aprile 2020 deve essere inferiore ai due terzi di quello relativo ad aprile 2019 (articolo 25, comma 3, Dl n. 34/2020), si dovranno sommare i dati di entrambe le società. È la sintesi del chiarimento contenuto nella risposta dell’Agenzia n. 467 del 13 ottobre 2020.

L’Agenzia ricorda, in via preliminare, che il contributo in esame è stato introdotto dall’articolo 25 del Dl n. 34/2020 e che i commi 3 e 4 del medesimo articolo hanno individuato le condizioni che devono sussistere per accedere al beneficio:

  • l’ammontare di ricavi o dei compensi del 2019 non deve superare i 5 milioni di euro
  • l’ammontare del fatturato e dei corrispettivi del mese di aprile 2020 deve essere inferiore ai due terzi dell’ammontare del fatturato e dei corrispettivi del mese di aprile 2019.

Ricorda, inoltre, che le circolari n. 15/2020, n. 22/2020 e n. 25/2020 hanno chiarito le modalità di fruizione del contributo.

In particolare, la circolare n. 15/2020 ha fornito delle precisazioni in tema di riorganizzazione aziendale perfezionata nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2019 e il 30 aprile 2020. Il documento di prassi ha sottolineato che nella fusione per incorporazione bisogna considerare “gli effetti di tale evento, sia in relazione alle modalità di determinazione della soglia massima dei ricavi o compensi sia per quanto concerne il calcolo della riduzione del fatturato”. Tale operazione, infatti, prevede il subentro in regime di continuità da parte della società incorporante, nelle posizioni fiscali delle società incorporate o scisse.

Riguardo il caso in esame, l’Agenzia ritiene che nei casi di riorganizzazione aziendale, in assenza di misure ad hoc che prevedano delle modifiche alle modalità di calcolo dei requisiti di accesso al contributo a fondo perduto, occorrerà far riferimento, sia per soglia annuale sia per la riduzione del fatturato, ai dati aggregati dei soggetti partecipanti (incorporante e incorporata).

Condividi su:
Contributo Covid in una fusione: i ricavi delle società si sommano

Ultimi articoli

Analisi e commenti 18 Gennaio 2021

Legge di bilancio 2021 e Fisco – 11 Stop agli sprechi con il bonus idrico

L’acqua è una risorsa preziosa. Troppo preziosa per essere sprecata.

Normativa e prassi 16 Gennaio 2021

Imposta sui servizi digitali: pronte le regole per partire

Chiusa la fase di consultazione pubblica e raccolti i suggerimenti inviati da professionisti, associazioni di categoria e operatori, sono state definite, con il provvedimento del 15 gennaio 2021, firmato dal direttore dell’Agenzia delle entrate, Ernesto Maria Ruffini, le regole operative dell’imposta sui servizi digitali, introdotta dalla legge di bilancio 2019 (articolo 1, commi da 35 a 50, legge n.

Normativa e prassi 15 Gennaio 2021

Modelli 730, Cu, Iva e 770: online i definitivi per il 2021

Superato il collaudo iniziato lo scorso 23 dicembre con la pubblicazione delle bozze, sono approvate, con quattro distinti provvedimenti, firmati il 15 gennaio 2021 dal direttore dell’Agenzia, le versioni definitive di 730, Certificazione unica, Iva e 770, con le relative istruzioni.

Analisi e commenti 15 Gennaio 2021

Legge di bilancio 2021 e Fisco – 10 Potenziato il credito d’imposta ReS

L’articolo 1 della legge n. 178/2020 interviene, con le lettere da a) ad h) del comma 1064, sulla disciplina del credito d’imposta per investimenti in ricerca e sviluppo, in transizione ecologica, in innovazione tecnologica 4.

torna all'inizio del contenuto