Attualità

15 Luglio 2020

Faq su assistenza fiscale, sono in rete i chiarimenti dell’Agenzia delle entrate

Pubblicate cinque risposte ai quesiti della Consulta nazionale dei Caf sul sito internet dell’Agenzia, rese anche alla luce dei decreti emanati a seguito della situazione emergenziale Covid-19. Per il 730 presentato dall’erede per conto del contribuente deceduto, il Caf non deve chiedere la delega di accesso alla dichiarazione precompilata, in quanto questa non è disponibile. Precisazioni arrivano sulla tempistica dei versamenti dei conguagli a debito risultanti dalla prospetto di liquidazione da parte dei sostituti d’imposta e scadenza per la comunicazione del diniego all’effettuazione del conguaglio.

Sono questi alcuni dei chiarimenti disponibili online relativi alle Faq pervenute da Caf, sostituti d’imposta e professionisti che prestano assistenza fiscale ai contribuenti.

Condividi su:
Faq su assistenza fiscale, sono in rete i chiarimenti dell’Agenzia delle entrate

Ultimi articoli

Normativa e prassi 25 Settembre 2020

Acquisti on line con lo sconto Reddito zero per il dipendente

La riduzione sul prezzo dei beni acquistati dal dipendente attraverso una piattaforma web in base a uno specifico accordo tra e-commerce e datore di lavoro non genera reddito imponibile, in quanto, il prezzo scontato, versato dal dipendente corrisponde al “valore normale” del prodotto.

Normativa e prassi 25 Settembre 2020

Contributi a Ente bilaterale: non imponibili se obbligatori

I versamenti effettuati da un datore di lavoro a un Ente bilaterale non vanno assoggettati a ritenuta se il contratto, l’accordo o il regolamento aziendale prevedono soltanto l’obbligo per il datore di fornire prestazioni assistenziali e questo sceglie di garantirsi una copertura economica iscrivendosi all’Ente.

Normativa e prassi 25 Settembre 2020

Contratto con i cittadini stranieri: i codici per il contributo forfettario

Istituiti tre codici tributo “CFZP”, “CFAS” e “CFLD” da utilizzare per il versamento, tramite il modello F24 Elide, dei contributi forfettari previsti per l’emersione del lavoro irregolare, rispettivamente  nel campo dell’agricoltura,  nei settori assistenza alla persona e nel lavoro domestico.

Normativa e prassi 25 Settembre 2020

Piano di welfare aziendale Il benefit alla prova fiscale

Le utilità a carattere premiale legate al raggiungimento di uno specifico obiettivo economico di fatturato, dettagliatamente specificate nei Regolamenti aziendali di welfare ed erogate da una società ai dipendenti, non concorrono (quasi in toto) alla formazione del reddito di lavoro dipendente, perché destinate a beneficiari indistinti.

torna all'inizio del contenuto