Attualità

26 Maggio 2020

Cinque per mille 2020, definiti gli elenchi dei nuovi iscritti

Terminati gli aggiustamenti effettuati su segnalazione dei diretti interessati, arrivano in rete, sul sito dell’Agenzia delle entrate gli elenchi definitivi dei nuovi ammessi alla ripartizione del 5 per mille dell’Irpef 2020 (esercizio finanziario 2020, anno d’imposta 2019) appartenenti agli enti di volontariato, della ricerca scientifica e dell’università, della ricerca sanitaria, e delle associazioni sportive dilettantistiche.

Dopo la pubblicazione delle liste provvisorie avvenuta lo scorso 12 maggio (vedi articolo “Online gli elenchi provvisori dei nuovi iscritti al 5‰ 2020”), redatte sulla base delle istanze regolarmente presentate entro il 7 maggio (vedi articolo “Tempo fino al 7 maggio per partecipare al riparto del cinque per mille 2020”), le organizzazione interessate hanno avuto tempo fino allo scorso 20 maggio per segnalare eventuali imprecisioni riscontrate negli elenchi provvisori.
Complessivamente, sono 4454 i neo-candidati alla ripartizione della quota Irpef distribuita, in pratica, direttamente dai contribuenti attraverso le scelte espresse in occasione della dichiarazione dei redditi. Come sempre, il gruppo più numeroso è costituito dal Volontariato, con 3130 presenze.
Un pratico motore di ricerca consente di individuare gli iscritti per denominazione, codice fiscale oppure inserendo la provincia della sede dell’ente.

Prossima scadenza, il 30 giugno
La pubblicazione degli elenchi definitivi non mette la parola fine agli adempimenti dei nuovi potenziali beneficiari del contributo. Per non perdere l’opportunità, infatti, i legali rappresentanti degli enti volontariato e delle associazioni sportive dovranno presentare, tramite raccomandata con ricevuta di ritorno o Pec, rispettivamente, alla direzione regionale dell’Agenzia delle entrate o agli uffici del Coni territorialmente competenti, una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà attestante i requisiti di ammissione all’elenco e allegando la copia del proprio documento di riconoscimento. I modelli sono disponibili sul sito dell’Agenzia e sono distinti per Volontariato e Asd.
In extra time, infine, i ritardatari potranno ancora mettersi in regola con la domanda di iscrizione e integrare la documentazione necessaria fino al 30 settembre 2020, versando contestualmente una sanzione di 250 euro.

Online anche l’elenco permanente
Ricordiamo che è stato aggiornato al 2020 anche l’elenco permanente degli iscritti. Questi ultimi non sono tenuti, in via generale, a trasmettere nuovamente la domanda telematica di iscrizione al 5 per mille e la dichiarazione sostitutiva. Tuttavia, quest’ultima dovrà essere rinnovata, entro il termine di scadenza previsto per quell’anno (30 giugno), nel caso in cui sia cambiato il rappresentante legale rispetto che aveva firmato la dichiarazione sostitutiva precedentemente già inviata.

Condividi su:
Cinque per mille 2020, definiti gli elenchi dei nuovi iscritti

Ultimi articoli

Analisi e commenti 27 Gennaio 2022

Il Fisco nella legge di bilancio – 12 Professionista malato, termini sospesi

I liberi professionisti ammalati o infortunati possono temporaneamente saltare gli appuntamenti con il Fisco, purché la forzata astensione dal lavoro duri più di tre giorni.

Normativa e prassi 27 Gennaio 2022

Interventi energetici e antisismici: a ciascuno il suo stato di avanzamento

In un intervento di demolizione di due edifici con conseguente ricostruzione di un’unica unità abitativa, lo stato di avanzamento lavori pari al 30% del lavoro complessivo, che consente la fruizione dell’opzione cessione del credito, di cui l’istante intende beneficiare, deve essere riferito separatamente per ciascuno dei due interventi ammessi al Superbonus (efficientamento energetico e intervento antisismico), fermo restando il rispetto di tutte le altre condizioni previste dalla normativa.

Analisi e commenti 27 Gennaio 2022

Il settore immobiliare visto alla luce dei Big data

Tecniche di Data Mining per estrarre conoscenza dai Big data del settore immobiliare: su questo tema, Maurizio Festa, responsabile dell’ufficio Statistiche e Studi sul mercato immobiliare dell’Agenzia delle Entrate, ha pubblicato un’interessante studio sull’ultimo numero di Territorio Italia.

Normativa e prassi 26 Gennaio 2022

“Disallineamenti da ibridi”; pronti i chiarimenti definitivi

Chiusa la consultazione pubblica relativa a un primo schema di circolare sull’applicazione, alle controlled foreign companies, della disciplina dei “disallineamenti da ibridi” (vedi articolo “Disallineamenti da ibridi; aperta la consultazione pubblica”) introdotta dal decreto “Atad” (articoli 6 e 11 del Dlgs n.

torna all'inizio del contenuto