Attualità

19 Maggio 2020

Precompilata 2020: da oggi si può inviare anche Redditi

Nuove opportunità di invio della propria dichiarazione precompilata 2020 per i contribuenti: parte da oggi, 19 maggio, la possibilità per il contribuente di scegliere autonomamente il modello precompilato messo a disposizione dall’Agenzia delle entrate che ritiene più idoneo: modello 730 o modello Redditi (nelle due versioni). Il 730 è il modello dichiarativo dedicato a lavoratori dipendenti e pensionati, Redditi web è un’applicazione che permette di compilare i principali quadri del modello Redditi (fascicolo 1 e, in parte, fascicolo 2) senza scaricare alcun software (non è possibile utilizzarlo dai contribuenti soggetti a Isa – Indici sintetici di affidabilità fiscale -, da quelli che possiedono redditi da partecipazione o che devono presentare il modello Iva), Redditi online è il software completo per la compilazione del modello Redditi (fascicoli 1, 2 e 3), utilizzabile da tutti i contribuenti (deve essere utilizzato da coloro che sono soggetti agli studi di settore, con redditi da partecipazione o che devono presentare il modello Iva).
In questo ultimo caso è necessario installare sul proprio pc un apposito programma.

Quest’anno c’è tempo fino al 30 novembre per presentare il modello Redditi 2020 precompilato e per inviare il modello Redditi correttivo o aggiuntivo del modello 730/2020.

Per accedere alla propria precompilata, ricordiamo, occorre essere in possesso delle credenziali Spid o Fisconline o del pin dispositivo rilasciato dall’Inps o della Carta Nazionale dei Servizi (Cns). Una volta effettuato l’accesso, è possibile visualizzare la dichiarazione dei redditi precompilata e l’elenco dei dati inseriti nella dichiarazione e di quelli che l’Agenzia non ha potuto inserire perché non completi o incongruenti.

Per sapere in dettaglio tutti i passi da compiere per presentare la propria dichiarazione e ricordare le date è possibile consultare la guida dedicata “Dichiarazione precompilata 2020”,  disponibile nella sezione guide fiscali “l’Agenziainforma” del sito internet delle Entrate e sulla rivista telematica FiscoOggi (vedi articolo “Dichiarazione precompilata 2020: una guida per agire senza problemi”).

Con l’occasione ricordiamo le principali novità della Precompilata 2020.
Quest’anno nella dichiarazione precompilata sono più numerose le informazioni sulle spese sanitarie. Sono presenti, infatti, le spese per le prestazioni sanitarie erogate dai seguenti professionisti sanitari (tecnici sanitari di laboratorio biomedico, tecnici audiometristi, tecnici audioprotesisti, tecnici ortopedici, dietisti, tecnici di neurofisiopatologia, tecnici di fisiopatologia cardiocircolatoria e perfusione cardiovascolare, igienisti dentali, fisioterapisti, logopedisti, podologi, ortottisti e assistenti di oftalmologia, terapisti della neuro e psicomotricità dell’età evolutiva, tecnici della riabilitazione psichiatrica, terapisti occupazionali, educatori professionali, tecnici della prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di lavoro, assistenti sanitari, biologi). Sono anche disponibili le spese sanitarie per le prestazioni erogate dalle strutture sanitarie militari e dalla farmacia dell’Associazione nazionale fra Mutilati e Invalidi di guerra.

Dal 2020 più complete anche le informazioni sui contributi versati per i lavoratori domestici. In particolare, sono presenti anche i contributi previdenziali versati all’Inps con lo strumento del “Libretto di famiglia”. Tali nuovi oneri e spese si aggiungono a quelli già considerati negli scorsi anni dall’Agenzia. Inoltre, sono presenti anche gli oneri detraibili sostenuti dal contribuente e riconosciuti dal sostituto, riportati nella Certificazione Unica, nonché quelli ricavati dalla dichiarazione dello scorso anno che danno diritto a una detrazione da ripartire in più rate annuali (per esempio, le spese per ristrutturazioni edilizie o risparmio energetico).

Per un maggior approfondimento vedi articoli “Precompilata 2020, dal 5 maggio sipario aperto per la consultazione e “Dichiarazione precompilata 2020 sfiorato il miliardo di dati inseriti”.

Condividi su:
Precompilata 2020: da oggi si può inviare anche Redditi

Ultimi articoli

Analisi e commenti 27 Gennaio 2022

Il Fisco nella legge di bilancio – 12 Professionista malato, termini sospesi

I liberi professionisti ammalati o infortunati possono temporaneamente saltare gli appuntamenti con il Fisco, purché la forzata astensione dal lavoro duri più di tre giorni.

Normativa e prassi 27 Gennaio 2022

Interventi energetici e antisismici: a ciascuno il suo stato di avanzamento

In un intervento di demolizione di due edifici con conseguente ricostruzione di un’unica unità abitativa, lo stato di avanzamento lavori pari al 30% del lavoro complessivo, che consente la fruizione dell’opzione cessione del credito, di cui l’istante intende beneficiare, deve essere riferito separatamente per ciascuno dei due interventi ammessi al Superbonus (efficientamento energetico e intervento antisismico), fermo restando il rispetto di tutte le altre condizioni previste dalla normativa.

Analisi e commenti 27 Gennaio 2022

Il settore immobiliare visto alla luce dei Big data

Tecniche di Data Mining per estrarre conoscenza dai Big data del settore immobiliare: su questo tema, Maurizio Festa, responsabile dell’ufficio Statistiche e Studi sul mercato immobiliare dell’Agenzia delle Entrate, ha pubblicato un’interessante studio sull’ultimo numero di Territorio Italia.

Normativa e prassi 26 Gennaio 2022

“Disallineamenti da ibridi”; pronti i chiarimenti definitivi

Chiusa la consultazione pubblica relativa a un primo schema di circolare sull’applicazione, alle controlled foreign companies, della disciplina dei “disallineamenti da ibridi” (vedi articolo “Disallineamenti da ibridi; aperta la consultazione pubblica”) introdotta dal decreto “Atad” (articoli 6 e 11 del Dlgs n.

torna all'inizio del contenuto