Normativa e prassi

4 Maggio 2020

Consultazione fatture elettroniche: finestra aperta fino al 30 settembre

Prorogato fino al 30 settembre 2020 il termine entro il quale operatori Iva, intermediari delegati e consumatori finali potranno aderire al servizio di consultazione e acquisizione delle fatture elettroniche o ricevute e dei loro duplicati informatici trasmesse tramite Sistema di interscambio (Sdi). La nuova scadenza è fissata dal provvedimento del 4 maggio 2020 del direttore dell’Agenzia, che interviene sul punto 8-terConsultazione e acquisizione delle fatture elettroniche o dei loro duplicati informatici nel periodo transitorio”, al primo periodo del precedente provvedimento del 30 aprile 2018, sostituendo le parole “dal 1° luglio 2019 al 4 maggio 2020” con “dal 1° luglio 2019 al 30 settembre 2020”.

In realtà si tratta di un ulteriore rinvio rispetto a quello già previsto, da ultimo, con il provvedimento dello scorso 28 febbraio che ha spostato la scadenza dal 29 febbraio al 4 maggio 2020 (vedi articolo “Consultazione e-fatture: adesioni possibili fino al 4 maggio”).

Lo slittamento si è reso necessario per potere effettuare i dovuti adeguamenti in conformità alle novità introdotte dall’articolo 14 del Dl n. 124/2019. riguardanti i termini per la memorizzazione delle fatture elettroniche e l’ampliamento dell’utilizzo dei dati in esse contenuti da parte dall’Amministrazione finanziaria, sentito il Garante per la protezione dei dati personali.

L’allungamento dei tempi è stato deciso anche in considerazione della particolare situazione emergenziale che ha ritardato il completamento delle implementazioni tecniche e amministrative necessarie per mettersi al passo con la nuova normativa.

Si ricorda, infine, che con il provvedimento dello scorso 30 aprile, sono state aggiornate le specifiche tecniche, approvate lo scorso 28 febbraio per la trasmissione delle fatture tramite Sdi ed è stato stabilito il loro utilizzo a partire dal 1° ottobre 2020, pur rimanendo consentito fino al 31 dicembre 2020, l’invio secondo il tracciato approvato il 30 aprile 2018 (vedi articolo “Specifiche tecniche e-fatture: un aggiornamento e un rinvio”).

Condividi su:
Consultazione fatture elettroniche: finestra aperta fino al 30 settembre

Ultimi articoli

Attualità 28 Settembre 2020

Elenchi cinque per mille 2020, ultima chance: remissione in bonis

Scade il prossimo mercoledì 30 settembre il tempo per tutti gli enti, non inseriti negli elenchi permanenti e comunque interessati a partecipare alla ripartizione del beneficio nelle diverse categorie individuate, che non hanno assolto in tutto o in parte entro i termini di scadenza gli adempimenti previsti per l’ammissione al contributo, relativo al 2020.

Normativa e prassi 25 Settembre 2020

Acquisti on line con lo sconto Reddito zero per il dipendente

La riduzione sul prezzo dei beni acquistati dal dipendente attraverso una piattaforma web in base a uno specifico accordo tra e-commerce e datore di lavoro non genera reddito imponibile, in quanto, il prezzo scontato, versato dal dipendente corrisponde al “valore normale” del prodotto.

Normativa e prassi 25 Settembre 2020

Contributi a Ente bilaterale: non imponibili se obbligatori

I versamenti effettuati da un datore di lavoro a un Ente bilaterale non vanno assoggettati a ritenuta se il contratto, l’accordo o il regolamento aziendale prevedono soltanto l’obbligo per il datore di fornire prestazioni assistenziali e questo sceglie di garantirsi una copertura economica iscrivendosi all’Ente.

Normativa e prassi 25 Settembre 2020

Contratto con i cittadini stranieri: i codici per il contributo forfettario

Istituiti tre codici tributo “CFZP”, “CFAS” e “CFLD” da utilizzare per il versamento, tramite il modello F24 Elide, dei contributi forfettari previsti per l’emersione del lavoro irregolare, rispettivamente  nel campo dell’agricoltura,  nei settori assistenza alla persona e nel lavoro domestico.

torna all'inizio del contenuto