Attualità

31 Marzo 2020

Cambio ai vertici dell’Agenzia In arrivo i nuovi incarichi

Considerato l’elevato numero di incarichi di vertice conferiti ad interim e l’imminente scadenza di altri incarichi, si è reso necessario procedere con urgenza alle nuove nomine dei dirigenti posti al timone di diverse strutture dell’Agenzia delle entrate.
In particolare, il 31 marzo 2020 si sono rese vacanti alcune posizioni dirigenziali di vertice, a seguito del collocamento a riposo di tre direttori regionali, a cui è andato il ringraziamento dei colleghi e del direttore dell’Agenzia, Ernesto Maria Ruffini, per l’impegno e la professionalità profuse negli anni di servizio e, in particolare, in quest’ultima fase così complessa. Si tratta delle direzioni regionali della Campania, della Lombardia e delle Marche, fino ad oggi ricoperte rispettivamente da Giovanna Alessio, Cinzia Romagnolo e Rossella Rotondo.

Inoltre, per altre quattro direzioni regionali gli incarichi sono in imminente scadenza: il Lazio, attualmente ricoperto da Paola Muratori, la Liguria e il Piemonte ad interim, ad oggi al timone di Maria Pia Protano, l’Umbria, al momento ricoperta da Roberto Egidi e la Toscana, al cui vertice ora è Carlo Palumbo.
È inoltre scoperta la posizione di vertice relativa al capo divisione Risorse.

Il direttore, Ernesto Maria Ruffini, al fine di garantire l’efficace operatività e il buon andamento dell’Agenzia delle entrate, in particolar modo nella situazione attuale, ancora più critica a causa dall’emergenza epidemiologica Covid-19, ha conferito i seguenti incarichi:

  • Carlo Palumbo: capo divisione Risorse, nella quale sono ricomprese la direzione centrale Amministrazione, pianificazione e logistica, la direzione centrale Risorse umane e organizzazione e la direzione centrale Tecnologie e innovazione. Lo stesso assume ad interim anche l’incarico di direttore centrale risorse umane e organizzazione, attualmente attribuito, ad interim, al direttore dell’Agenzia
  • Antonino Di Geronimo: direttore regionale della Toscana, in sostituzione di Palumbo. Di Geronimo attualmente è direttore centrale Grandi contribuenti della divisione Contribuenti
  • Vincenzo Carbone: direttore centrale Grandi Contribuenti. Ad oggi è direttore provinciale I di Roma
  • Danila D’Eramo: attualmente capo Settore Soggetti rilevanti dimensioni della direzione regionale del Lazio e ad interim capo ufficio Contenzioso e riscossione, assume la direzione provinciale I di Roma
  • Paola Muratori: confermato l’incarico di direttore regionale del Lazio e affidati ad interim gli incarichi di capo Settore Soggetti rilevanti dimensioni e di capo ufficio Contenzioso
  • Pier Paolo Verna: attualmente capo divisione aggiunto Contribuenti, assume l’incarico di direttore regionale della Lombardia
  • Maria Pia Protano: direttore regionale del Piemonte e ad interim anche direttore regionale della Valle d’Aosta
  • Fabio Ignaccolo: attualmente direttore provinciale di Roma II, assume la direzione regionale della Liguria
  • Oronzo Gallone: direttore provinciale di Roma II. Attualmente è capo settore Coordinamento e programmazione della divisione Contribuenti. A Paolo Valerio Barbantini, capo divisione Contribuenti, è affidato ad interim l’incarico del settore Coordinamento e programmazione della divisione Contribuenti
  • Gabriella Alemanno: attualmente direttore di vertice con incarico progettuale, assume la l’incarico di direttore regionale della Campania
  • Roberto Egidi: direttore regionale delle Marche. Oggi è direttore regionale dell’Umbria
  • Stefano Veraldi: attualmente capo settore Coordinamento contenzioso e riscossione della divisione Contribuenti, assume l’incarico di direttore regionale dell’Umbria. Il Settore Coordinamento contenzioso e riscossione della Divisione Contribuenti, è affidato ad interim al capo Divisione, Paolo Valerio Barbantini
  • Sergio Cristallo: attualmente capo settore Dichiarazioni e atti della direzione centrale Servizi fiscali, assume l’incarico di direttore regionale della Basilicata. A Federico Monaco, direttore centrale della direzione centrale Servizi fiscali, è affidato l’incarico ad interim di capo settore del Settore Dichiarazioni e atti della stessa direzione.
Cambio ai vertici dell’Agenzia In arrivo i nuovi incarichi

Ultimi articoli

Attualità 26 Maggio 2023

Correzioni di istanza Civis: falso, la mail contiene un malware

L’Agenzia delle entrate avvisa che è in corso di diffusione una campagna di phishing attuata tramite false comunicazioni trasmesse via e-mail.

Attualità 26 Maggio 2023

Comunicazione Fatca senza Tin: no problem, nessuna sanzione

L’Internal revenue service degli Stati Uniti (Irs), infatti, con una notice dello scorso 30 dicembre, informata delle difficoltà che le istituzioni finanziarie italiane riscontrano nella raccolta del codice fiscale statunitense (Tin), ha precisato, con riferimento alla comunicazione dei dati relativi agli anni dal 2022, 2023 e 2024, che la mancata acquisizione e comunicazione del Tin, in relazione a un conto già esistente al 30 giugno 2014, non determinerà di per sé gravi conseguenze.

Attualità 25 Maggio 2023

Statistiche delle dichiarazioni Irpef, il Mef pubblica i dati 2021

Sul sito del Dipartimento delle finanze sono disponibili i dati su dichiarazioni Irpef dei titolari di partita Iva, reddito prevalente delle persone fisiche e Isa.

Normativa e prassi 25 Maggio 2023

“Decreto bollette” ai titoli di coda, palazzo Madama rinnova la fiducia

Art. 2 – Riduzione dell’Iva e degli oneri generali nel settore gas per il secondo trimestre dell’anno 2023 (modificato) Destinati, per l’anno 2023, 1,5 milioni di euro a favore dei Comuni in condizioni di predissesto, con popolazione da 25mila a 35mila abitanti, il cui piano di riequilibrio finanziario è stato approvato dalla Corte dei conti nel 2015 per l’anno 2014 e fino al 2023 e che, a seguito della sentenza 18/2019 della Corte costituzionale, si sono visti ridurre – dai trenta anni riconosciuti dalla norma della legge di stabilità 2016 poi dichiarata illegittima (articolo 1, comma 714, legge 208/2015) ai dieci anni ordinariamente previsti dal Testo unico delle leggi sull’ordinamento degli enti locali (articolo 243-bis, Dlgs 267/2000) – l’intervallo temporale a disposizione per restituire le anticipazioni di liquidità da parte dello Stato, di cui hanno usufruito accedendo al “Fondo di rotazione per assicurare la stabilità finanziaria degli enti locali” (articolo 243-ter, Tuel).

torna all'inizio del contenuto