Attualità

14 Settembre 2018

Sport bonus: pubblicato l’elencodelle imprese ammesse al credito

Attualità

Sport bonus: pubblicato l’elenco
delle imprese ammesse al credito

Si tratta di coloro che hanno ottenuto l’agevolazione legata alle erogazioni liberali in denaro effettuate per interventi di restauro o ristrutturazione degli impianti pubblici

Sport bonus: pubblicato l’elenco|delle imprese ammesse al credito
Pronta la lista dei soggetti, identificati attraverso un codice seriale e ciascuno con indicazione dell’importo del credito di imposta attribuito, che si sono visti riconoscere lo “sport bonus” istituito dalla legge di bilancio 2018 (articolo 1, commi da 363 a 366, legge 205/2017).
A darne notizia, il sito della presidenza del Consiglio dei ministri – Ufficio per lo sport.
 
Il “credito” è utilizzabile in tre quote annuali di pari importo, in ciascuno degli esercizi finanziari 2018, 2019 e 2020, esclusivamente in compensazione, presentando il modello F24, tramite i servizi telematici delle Entrate.
Le imprese potranno fruire del beneficio fiscale non appena sarà istituito il relativo codice tributo.
 
Introdotto dalla legge 205/2017 e definito, nella disciplina attuativa, dal Dpcm 23 aprile 2018, lo “sport bonus” premia i contribuenti che hanno effettuato nel 2018 erogazioni liberali in danaro finalizzate a restaurare o ristrutturare gli impianti sportivi pubblici, riconoscendo, nei limiti del 3 per mille dei ricavi annui, un credito d’imposta pari al 50% delle somme fino a 40mila euro.

pubblicato Venerdì 14 Settembre 2018

Condividi su:
Sport bonus: pubblicato l’elencodelle imprese ammesse al credito

Ultimi articoli

Normativa e prassi 25 Novembre 2022

E-fattura: obbligatoria, ma non per la società extra-Ue

Con la risposta n. 575 del 25 novembre 2022, l’Agenzia ricorda che, dal 2019, sussiste l’obbligo di fatturazione elettronica, tramite il Sistema di interscambio, per tutte le operazioni effettuate tra soggetti residenti e stabiliti in Italia e di trasmissione telematica dei dati delle fatture emesse e ricevute verso e da operatori Iva.

Analisi e commenti 25 Novembre 2022

I cinquant’anni dell’Iva – 4 Le tappe dello sportello unico

Il commercio elettronico è un fenomeno, parte della più ampia categoria della Digital economy, in costante ascesa, che impone agli operatori economici impegnati in vendite cross border di effettuare gli adempimenti Iva vigenti nel Paese di consumo.

Normativa e prassi 25 Novembre 2022

Compensazioni Iva per il legno, la percentuale per il 2022 non cambia

Fissate con il decreto 10 ottobre 2022, siglato dal ministero dell’Economia e delle Finanze di concerto con il ministero delle Politiche Agricole, alimentari e forestali, pubblicato ieri, 24 novembre, in Gazzetta ufficiale con la serie generale n.

Normativa e prassi 24 Novembre 2022

Emissione e ricezione della e-fattura, regole tecniche allineate alla normativa

Definite le misure per l’emissione e la ricezione delle fatture elettroniche relative a cessioni di beni e prestazioni di servizi effettuate tra soggetti residenti o stabiliti nel territorio dello Stato, tramite sistema di interscambio e quelle per l’invio telematico dei dati delle operazioni transfrontaliere.

torna all'inizio del contenuto