Normativa e prassi

22 Giugno 2017

Sentenze subito esecutive:arrivano i modelli per la garanzia

Normativa e prassi

Sentenze subito esecutive:
arrivano i modelli per la garanzia

Sono tre e vanno usati per la polizza fideiussoria (o fideiussione bancaria), l’assunzione di obbligazione da parte della capogruppo e per la costituzione di deposito vincolato

Sentenze subito esecutive:|arrivano i modelli per la garanzia
Approvati i modelli da utilizzare per prestare la garanzia per l’esecuzione delle sentenze di condanna a favore del contribuente.
È quanto stabilito dal decreto 18 maggio 2017 del Mef, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale di ieri.
L’adozione dei modelli si inserisce nel percorso di attuazione del principio di immediata esecutività delle sentenze di condanna al pagamento di somme in favore del contribuente (articolo 69, Dlgs 546/1992), introdotto nel nostro ordinamento nell’ambito della riforma del contenzioso tributario alla luce dei principi per la revisione del sistema fiscale indicati dalla legge delega 23/2014.
 
Il legislatore, peraltro, nel prevedere l’immediata esecutività delle sentenze, ha stabilito altresì che il pagamento di somme (diverse dalle spese di lite) per importi superiori a 10mila euro può essere subordinato dal giudice, anche tenuto conto delle condizioni di solvibilità dell’istante, alla prestazione di idonea garanzia, il cui costo è anticipato dal contribuente e grava sulla parte soccombente all’esito definitivo del giudizio.
 
Lo scorso 13 marzo è stato pubblicato il decreto Mef 22/2017 che disciplina il contenuto della garanzia, la sua durata e il termine entro il quale la stessa può essere escussa quando l’inerzia del contribuente, in riferimento alla restituzione delle somme garantite, si è protratta per un periodo di tre mesi (vedi “Immediata esecutività delle sentenze: in Gazzetta le regole per la garanzia”).
Il decreto prevede, inoltre, che la garanzia deve essere redatta “in conformità ai modelli approvati con decreto del direttore generale delle finanze” (articolo 1, comma 4).
 
Il decreto pubblicato ieri approva, dunque, i tre modelli da utilizzare per la prestazione della garanzia:

  • modello di polizza fideiussoria o fideiussione bancaria
  • modello per l’assunzione di obbligazione di pagamento da parte della capogruppo o controllante

modello per la costituzione di deposito vincolato in titoli di Stato o garantiti dallo Stato.

Gennaro Napolitano

pubblicato Giovedì 22 Giugno 2017

Sentenze subito esecutive:arrivano i modelli per la garanzia

Ultimi articoli

Normativa e prassi 15 Luglio 2024

Tirocini retribuiti: non inclusi nel regime per i lavoratori impatriati

Le somme generate da attività di studio o da tirocini non possono rientrare nel regime speciale per i lavoratori impatriati in quanto l’agevolazione fiscale è riconosciuta solo per i redditi corrisposti a seguito di un’attività lavorativa e non anche per gli indennizzi percepiti nell’ambito della formazione.

Normativa e prassi 15 Luglio 2024

Anomalie nei dati Iva 2021, le lettere dell’Agenzia

In arrivo le lettere dell’Agenzia che segnalano ai contribuenti eventuali discrepanze fra i dati fiscali delle fatture elettroniche, i dati dei corrispettivi giornalieri memorizzati elettronicamente e trasmessi telematicamente all’Agenzia delle Entrate e quelli indicati nella dichiarazione annuale Iva relativamente al periodo d’imposta 2021.

Normativa e prassi 15 Luglio 2024

Cambi delle valute estere, online le medie di giugno

La navigazione in questo sito internet e l’utilizzo dei relativi servizi comporta la ricezione di cookie tecnici e, previo tuo consenso, di cookie di profilazione di terze parti, così da assicurarti la migliore esperienza di navigazione e permetterti, in linea con le tue preferenze, di visualizzare alcuni contenuti disponibili sul nostro canale YouTube direttamente all’interno del presente Sito.

Attualità 12 Luglio 2024

Bonus psicologo, sul sito dell’Inps pronte le graduatorie dei beneficiari

L’Inps, con il messaggio n. 2584 pubblicato ieri, 11 luglio 2024, sul proprio sito, comunica che, terminata l‘istruttoria delle domande 2024 relative allo stanziamento dei fondi per l’anno 2023, per l’assegnamento del bonus psicologo (articolo 1-quater comma 3 del Dl 228/202), sono state redatte le graduatorie degli ammessi al beneficio, distinte per Regioni e Province autonome di residenza così come previsto dalla normativa.

torna all'inizio del contenuto
Apri chat
Ti serve aiuto?
Ciao 👋
Come posso aiutarti?