Attualità

16 Maggio 2017

Comunicazioni periodiche Iva:modelli e istruzioni in tre lingue

Attualità

Comunicazioni periodiche Iva:
modelli e istruzioni in tre lingue

Da presentare per via telematica, direttamente dal contribuente “straniero” o tramite intermediari abilitati, entro l’ultimo giorno del secondo mese successivo a ogni trimestre

Comunicazioni periodiche Iva:|modelli e istruzioni in tre lingue
Il modello di comunicazione dei dati delle liquidazioni periodiche Iva, che deve essere presentato esclusivamente per via telematica direttamente dal contribuente o tramite intermediari abilitati, è disponibile – corredato dalle relative istruzioni – anche nelle versioni in lingua inglese, tedesca e slovena, per consentire ai soggetti passivi di madrelingua non italiana di provvedere all’adempimento.
 
L’invio deve essere effettuato entro l’ultimo giorno del secondo mese successivo al trimestre di riferimento; per il secondo trimestre, entro il 16 settembre e, per l’ultimo trimestre, entro l’ultimo giorno di febbraio dell’anno successivo.
Si considerano tempestive le comunicazioni trasmesse entro i termini prescritti ma scartate dal servizio telematico, purché ritrasmesse entro i cinque giorni successivi alla data contenuta nella comunicazione dell’Agenzia delle Entrate che attesta il motivo dello scarto.
Se si presentano più comunicazioni riferite allo stesso periodo, l’ultima sostituisce le precedenti.
 
La ricevuta di avvenuta trasmissione telematica dei dati della comunicazione sarà messa a disposizione del contribuente nel proprio Cassetto fiscale e nella sezione “Consultazione” dell’area autenticata dell’interfaccia web “Fatture e Corrispettivi”.
 

Sonia Angeli

pubblicato Martedì 16 Maggio 2017

Condividi su:
Comunicazioni periodiche Iva:modelli e istruzioni in tre lingue

Ultimi articoli

Normativa e prassi 27 Ottobre 2021

È pari al 100% la percentuale per il Cfp riduzione canoni affitto

La percentuale per il calcolo del contributo a fondo perduto per la riduzione del canone di locazione, prevista dall’articolo 9-quater del decreto “Ristori” è pari al 100% del quantum determinato, poiché le richieste pervenute sono inferiori alle risorse finanziarie disponibili.

Normativa e prassi 27 Ottobre 2021

Bonus Mezzogiorno e Zes: spazio ai nuovi ambiti applicativi

Il modello di comunicazione per la fruizione del credito d’imposta per gli investimenti nel Mezzogiorno, nei comuni del sisma del Centro-Italia e nelle zone economiche speciali (Zes) fa posto alle modifiche introdotte dal decreto “Semplificazioni” (articolo 57, comma 1, lettera b), n.

Normativa e prassi 27 Ottobre 2021

I servizi didattici sono senza Iva, se l’ente estero è accreditato al Muir

I servizi tesi alla certificazione delle competenze in lingua inglese, di musica e arti performative, resi a scuole pubbliche italiane, che operano in esenzione Iva, da una Charity educativa ed ente Certificatore internazionale, con sede legale nel Regno Unito, riconosciuto dal Miur, sono esonerati dall’applicazione dell’Iva.

Normativa e prassi 27 Ottobre 2021

Registrazione atti privati, il punto sulla sottoscrizione

Con la risposta n. 14 del 27 ottobre 2021 ad una consulenza giuridica, l’Agenzia delle entrate fa il punto sull’utilizzo delle firme elettroniche per la registrazione di atti privati e in particolare di contratti preliminari di compravendita.

torna all'inizio del contenuto