Attualità

28 Dicembre 2021

Bonus musica 2021, domande online, moduli e start dalla piattaforma Dgcol

Dal 1° gennaio al 28 febbraio 2022, le imprese interessate potranno presentare online le domande di accesso al credito d’imposta per le spese sostenute nel 2021, finalizzate alla promozione della musica e degli spettacoli dal vivo di portata minore, utilizzando la modulistica disponibile all’interno della piattaforma informatica Dgcol. Ne dà notizia l’avviso di ieri, 27 dicembre, pubblicato sul sito della direzione generale Cinema e audiovisivo del ministero della Cultura.
L’origine del credito d’imposta va ricercata nell’articolo 7 del Dl n. 91/2013, previsto per il periodo 2014-2016 e riproposto, in epoca di pandemia, dai decreti “Agosto” e “Ristori” (vedi articolo “Bonus produzioni musicali. In Gazzetta le istruzioni”).

Le modalità attuative dell’agevolazione sono disciplinate dal decreto interministeriale n. 312 del 13 agosto 2021 del Mic, di concerto con il Mef, mentre le regole telematiche di trasmissione dell’istanza sono definite nel decreto direttoriale dello scorso 1° dicembre 2021. Quest’ultimo stabilisce che per accedere al tax credit “musica” è necessario avere un indirizzo di posta elettronica certificata e un dispositivo per l’apposizione della firma digitale rilasciato da uno dei Certificatori autorizzati individuati dal Codice dell’amministrazione digitale.
Inoltre la domanda:

  • deve essere presentata tramite la “piattaforma Dgcol
  • deve essere firmata digitalmente dal legale rappresentante del richiedente. La firma digitale è necessaria anche in caso di accesso tramite Spid
  • contenere la documentazione prevista nel decreto interministeriale n. 312/2021 e ulteriormente specificata all’interno della piattaforma
  • deve essere presentata nei termini previsti dall’articolo 1 del citato decreto direttoriale (dal 1° gennaio al 28 febbraio dell’anno successivo a quello di distribuzione e commercializzazione dell’opera) tenendo conto della data di invio rilevabile dalla piattaforma Dgcol e riportata nella Pec generata automaticamente dalla stessa piattaforma al termine della compilazione della modulistica online.

Contestualmente alla trasmissione dell’istanza, è necessario consegnare il supporto fisico dell’opera, per cui si richiede il beneficio fiscale, alla direzione generale Cinema e audiovisivo tramite raccomandata A/R, indirizzata alla Dg Cinema e Audiovisivo – Servizio I – Tax credit Musica, oppure tramite consegna a mano, in busta chiusa, con indicazione “Allegato istanza credito d’imposta, art. 7 comma 6, del D.L.91/2013 – D.I. 312/2021”.

L’ufficio responsabile del procedimento, precisa ancora l’avviso della Dg Cinema, è il Servizio I della stessa direzione generale.

Infine, l’avviso fa presente che all’indirizzo “DGCOL – Materiali utili” è disponibile il manuale per la compilazione delle domande (“Vademecum tax credit musica”).

Condividi su:
Bonus musica 2021, domande online, moduli e start dalla piattaforma Dgcol

Ultimi articoli

Attualità 24 Gennaio 2022

Assegno unico e revisione Irpef: le peculiarità delle due riforme

Il sistema tax-benefit italiano è stato interessato da due importanti riforme, la revisione dell’Irpef e l’introduzione dell’assegno unico e universale per i nuclei familiari con figli minori di 21 anni.

Attualità 24 Gennaio 2022

Il catasto guarda al futuro, in campo tecniche e metodi d’avanguardia

Il 30 settembre 2021 sono entrate in conservazione nuove mappe catastali del comune di Offagna, in provincia di Ancona, prodotte nell’ambito di una iniziativa progettuale di natura sperimentale per la formazione di nuova cartografia catastale.

Normativa e prassi 21 Gennaio 2022

L’esenzione “parziale” dalle imposte ammette la cooperativa al Superbonus

La cooperativa sociale, che riveste contemporaneamente la qualifica di cooperativa di produzione e lavoro, in linea di principio esente dalle imposte sui redditi, la quale ha assoggettato a tassazione la quota dell’utile destinato a riserva legale a partire dall’anno 2012, può accedere al Superbonus, in quanto esente solo parzialmente.

Normativa e prassi 21 Gennaio 2022

Valido il credito d’imposta locazioni per l’affitto del centro commerciale

Può fruire del “bonus affitti” la società che tramite un contratto di locazione stipulato con un Fondo, da lei partecipato, ha a disposizione un immobile sede di un centro commerciale.

torna all'inizio del contenuto