Attualità

17 Settembre 2021

Aggiornati i depliant su accesso online, consegna documenti e servizi catastali

Restyling dei depliant dedicati all’ “Accesso ai servizi online dell’Agenzia”, alla “Consegna documenti e richiesta certificati di attribuzione del codice fiscale e della partita Iva” e ai “Servizi catastali e ipotecari online dell’Agenzia delle entrate”. I tre flyer, sintetici ma esaustivi, sono disponibili sul sito internet dell’Amministrazione finanziaria, nella sezione “Depliant ed infografica” e sulla rivista FiscoOggi.

“Accesso ai servizi online dell’Agenzia”
Il depliant aggiornato illustra come ottenere le tre chiavi di accesso per aprire le porte al mondo dei servizi telematici messi a disposizione dalle Entrate. Per attivare Spid occorre aver compiuto 18 anni, avere un documento di riconoscimento italiano in corso di validità (carta di identità, patente, passaporto), la tessera sanitaria (o il tesserino di codice fiscale), una propria e-mail e un numero di cellulare personali. Per procedere con l’attivazione bisogna scegliere uno nove dei gestori dell’identità digitale abilitati (identity provider).
Altra via per accedere all’area riservata del sito dell’Agenzia è la Cie, la Carta di identità elettronica rilasciata dal Comune di appartenenza. In questo caso bisogna avere il Pin completo della propria Cie e uno smartphone, con l’appCIE ID” installata (la carta d’identità deve essere registrata nell’app). In alternativa occorre avere un pc dotato di lettore per smartcard compatibile con la Cie.  Terza chance per accedere ai servizi online dell’Agenzia è la Cns, la Carta nazionale dei servizi, ossia una smart card dotata di microchip o una chiavetta USB che contiene un “certificato digitale” di autenticazione personale. In questo caso, conclude la brochure, occorre avere una Cns attiva, della quale si conosca il codice Pin fornito dall’Ente che l’ha emessa, un dispositivo di lettura della carta (o una postazione con porta Usb) e i driver della Cns installati.

“Consegna documenti e richiesta certificati di attribuzione codice fiscale e partita Iva”
Il flyer sul servizio web che consente di consegnare documenti o istanze in modalità telematica e richiedere certificati, precisa dal 1° ottobre che i cittadini non possono più accedere all’area riservata del sito dell’Agenzia con Fisconline. Le credenziali delle Entrate, infatti, possono essere utilizzate dagli utenti solamente fino al 30 settembre 2021, dopodiché è indispensabile utilizzare Spid, Cie o Cns. Già dal 1° marzo, in realtà, l’Agenzia non ha più rilasciato ai cittadini nuovi username e pasword Fisconline. Il decreto “Semplificazioni” (Dl n. 76/2020), infatti, ha stabilito che tutti i siti della Pubblica amministrazione devono essere accessibili tramite credenziali utilizzabili per qualsiasi ente; pertanto vanno dismesse tutte le credenziali adottate in autonomia da ogni Pubblica amministrazione, come quelle Fisconline per l’Amministrazione finanziaria.

“Servizi catastali e ipotecari online dell’Agenzia delle entrate
Il depliant sui servizi ipocatastali online riporta subito la novità: dal 1° ottobre 2021 i cittadini possono accedere ai servizi digitali delle Entrate, disponibili nell’area riservata del sito internet dell’Agenzia, esclusivamente con Spid (Sistema per l’identità digitale), Cie (Carta d’identità elettronica) e Cns (Carta nazionale dei servizi). Queste regole, ricorda la brochure, non interessano per il momento i professionisti, le imprese e gli enti che possono continuare a utilizzare le credenziali dell’Agenzia delle entrate (Fisconline, Entratel o Sister) fino alla data che sarà stabilita con apposito decreto attuativo, come previsto dal Codice dell’amministrazione digitale (Cad).

Condividi su:
Aggiornati i depliant su accesso online, consegna documenti e servizi catastali

Ultimi articoli

Normativa e prassi 27 Ottobre 2021

È pari al 100% la percentuale per il Cfp riduzione canoni affitto

La percentuale per il calcolo del contributo a fondo perduto per la riduzione del canone di locazione, prevista dall’articolo 9-quater del decreto “Ristori” è pari al 100% del quantum determinato, poiché le richieste pervenute sono inferiori alle risorse finanziarie disponibili.

Normativa e prassi 27 Ottobre 2021

Bonus Mezzogiorno e Zes: spazio ai nuovi ambiti applicativi

Il modello di comunicazione per la fruizione del credito d’imposta per gli investimenti nel Mezzogiorno, nei comuni del sisma del Centro-Italia e nelle zone economiche speciali (Zes) fa posto alle modifiche introdotte dal decreto “Semplificazioni” (articolo 57, comma 1, lettera b), n.

Normativa e prassi 27 Ottobre 2021

I servizi didattici sono senza Iva, se l’ente estero è accreditato al Muir

I servizi tesi alla certificazione delle competenze in lingua inglese, di musica e arti performative, resi a scuole pubbliche italiane, che operano in esenzione Iva, da una Charity educativa ed ente Certificatore internazionale, con sede legale nel Regno Unito, riconosciuto dal Miur, sono esonerati dall’applicazione dell’Iva.

Normativa e prassi 27 Ottobre 2021

Registrazione atti privati, il punto sulla sottoscrizione

Con la risposta n. 14 del 27 ottobre 2021 ad una consulenza giuridica, l’Agenzia delle entrate fa il punto sull’utilizzo delle firme elettroniche per la registrazione di atti privati e in particolare di contratti preliminari di compravendita.

torna all'inizio del contenuto