Normativa e prassi

30 Marzo 2021

Corrispettivi giornalieri: più tempo per adeguarsi al nuovo tracciato

Slitta al 1° ottobre 2021 la data per adeguarsi al nuovo tracciato telematico per l’invio dei dati dei corrispettivi giornalieri (“Tipi dati per i corrispettivi” – versione 7.0 di giugno 2020). Lo stabilisce il provvedimento firmato oggi 30 marzo 2021 dal direttore dell’Agenzia delle entrate, Ernesto Maria Ruffini, anche alla luce delle disposizioni contenute nel decreto “Sostegni”.
 

Recepite le richieste delle associazioni di categoria per il protrarsi della situazione emergenziale da Covid-19 e considerate le previsioni contenute nell’articolo 1, comma 10, del decreto “Sostegni”, che ha posticipato i termini entro cui l’Agenzia delle entrate deve mettere a disposizione dei contribuenti Iva le bozze dei registri, delle comunicazioni di liquidazioni periodiche e della dichiarazione Iva, viene prorogata dal 1° aprile 2021 al 1° ottobre 2021 la data di avvio dell’utilizzo esclusivo del nuovo tracciato telematico dei dati dei corrispettivi giornalieri “Tipi dati per i corrispettivi – versione 7.0 – giugno 2020”, e del conseguente adeguamento dei registratori telematici.

Sono, dunque, prorogati al 30 settembre 2021 anche i termini per adeguare i registratori telematici, ossia entro i quali i produttori possono dichiarare la conformità alle specifiche tecniche di un modello già approvato dall’Agenzia delle entrate.

Il provvedimento odierno “aggiorna” i contenuti in tema di memorizzazione elettronica e trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi giornalieri, del provvedimento del 23 dicembre 2020, a sua volta ritoccato dal provvedimento del 28 ottobre 2016 (modificato dai provvedimenti del 18 aprile 2019 del 20 dicembre 2019 e del 30 giugno 2020).

Condividi su:
Corrispettivi giornalieri: più tempo per adeguarsi al nuovo tracciato

Ultimi articoli

Normativa e prassi 29 Luglio 2021

Wallet utilizzabile ad ampio raggio, per l’Iva è un voucher multiuso

Le cessioni e le prestazioni di servizi pagate con un borsellino elettronico che consente di effettuare trasferimenti soggetti ad aliquote Iva differenti sono considerate realizzate quando avviene l’operazione e non all’emissione del buono, e devono essere documentate in quel momento con fattura o tramite memorizzazione elettronica e invio telematico dei corrispettivi giornalieri.

Normativa e prassi 29 Luglio 2021

Integratori alimentari liquidi: Iva al 10% se destinati alla salute

Le cessioni di integratori alimentari che si presentano in forma liquida e sono utilizzati per mantenere l’organismo in buona salute possono fruire dell’Iva ridotta, nella misura del 10%, non essendo i beni riconducibili alla categoria degli “sciroppi di qualsiasi natura” che è esclusa dall’applicazione dell’aliquota agevolata.

Normativa e prassi 29 Luglio 2021

Non paga Ires e Irap il contributo anti-Covid erogato dalla Regione

Il sostegno economico erogato dalla Regione in forma di sovvenzione del prestito ricevuto in banca per far fronte all’emergenza sanitaria e per non chiudere l’attività è assimilabile ai contributi a fondo perduto erogati con gli stessi scopi dallo Stato nel periodo della pandemia e, di conseguenza, non è rilevante ai fini dell’imponibile Ires e Irap.

Normativa e prassi 29 Luglio 2021

Crediti d’imposta “trasferiti”: le specifiche per richieste ed esiti

Approvate, con provvedimento del direttore dell’Agenzia del 29 luglio 2021, le specifiche tecniche per la trasmissione telematica massiva, alle Entrate, delle richieste di accettazione o rifiuto delle cessioni dei crediti presenti nella “Piattaforma cessione crediti”, accessibile dall’area riservata del sito dell’Agenzia, e per la comunicazione telematica, ai cessionari, degli esiti delle stesse richieste.

torna all'inizio del contenuto