Attualità

1 Marzo 2021

5‰ 2021, online l’elenco permanente degli enti del volontariato accreditati

Sono 49.264 gli iscritti nell’elenco permanente degli enti di volontariato che possono beneficiare della ripartizione della quota del 5mille dell’Irpef, relativa all’anno finanziario 2021, ripartita in base alle scelte effettuate dai contribuenti in occasione della dichiarazione dei redditi. La lista, suddivisa in tre parti, è pubblicata sul sito dell’Agenzia delle entrate nell’area tematica dedicata al contributo.
Un pratico motore di ricerca consente di individuare gli iscritti per denominazione, codice fiscale e provincia.

L’elenco degli enti accreditati è stato aggiornato, rispetto al precedente periodo d’imposta, con l’inserimento dei nuovi arrivati, ovvero degli enti regolarmente iscritti nel 2020 e in possesso dei requisiti previsti dalla norma, e il depennamento di coloro ne sono usciti in seguito alla revoca dell’iscrizione richiesta dagli interessati o ai controlli effettuati dalle amministrazioni competenti.
Per le organizzazioni inserite si tratta di un traguardo importante, perché entrare nella lista oggi pubblicata significa non dover ripetere annualmente la procedura per la richiesta iscrizione e, quindi, inviare nuovamente la domanda telematica e la dichiarazione sostitutiva che attesta il possesso dei requisiti.

Da quest’anno, gli elenchi permanenti della ricerca scientifica e dell’università, della ricerca sanitari, e delle associazioni sportive dilettantistiche sono pubblicati sui siti istituzionali delle amministrazioni competenti, e quindi, rispettivamente, del ministero dell’Università e della Ricerca, del ministero della Salute e del Coni.

Nuovo rappresentante, nuova dichiarazione sostitutiva
Gli enti che sono presenti nell’elenco permanente degli enti del volontariato accreditati 2021 non sono tenuti a ripetere la procedura di iscrizione al 5 per mille. Tutto ciò, naturalmente, soltanto nel caso in cui non siano cambiate le condizioni rispetto alla certificazione inviata precedentemente. In caso contrario, il rappresentante legale deve comunicare alla competente direzione regionale dell’Agenzia, entro trenta giorni, le modifiche intervenute. Trenta giorni di tempo anche per sottoscrivere e inviare la richiesta di cancellazione dall’elenco permanente in caso di sopravvenuta  perdita dei requisiti. Inoltre, se è cambiato il rappresentante legale dell’ente, occorre trasmettere una nuova dichiarazione sostitutiva alla competente Dr, entro il termine di scadenza dell’invio della dichiarazione sostitutiva per lo stesso anno (nel nostro caso 30 giugno 2021), tramite la casella Pec del nuovo rappresentante. Resta valida, invece, la domanda di iscrizione già presentata.
Il contributo utilizzato indebitamente deve essere riversato dal beneficiario entro 60 giorni dalla eventuale contestazione del Fisco altrimenti l’amministrazione recupera la somma con l’erogazione delle sanzioni e degli interessi previsti.

Il calendario del 5 per mille
Infine, i nuovi aspiranti beneficiari del 5 per mille dell’Irpef, ancora fuori degli elenchi permanenti, dovranno fare riferimento al seguente calendario:

  • entro il 7 maggio presentazione della domanda
  • entro il 14 maggio pubblicazione dell’elenco dei nuovi iscritti
  • entro il 20 maggio presentazione delle istanze per la correzione di errori
  • 25 maggio pubblicazione dell’elenco aggiornato degli iscritti al beneficio
  • 30 giugno ultimo giorno per l’invio delle dichiarazioni sostitutive.
Condividi su:
5‰ 2021, online l’elenco permanente degli enti del volontariato accreditati

Ultimi articoli

Normativa e prassi 16 Aprile 2021

Vendite a distanza Ue con doppia Iva, le regole per ottenere il rimborso

Una ditta che effettua vendite online di videogiochi, alla quale viene notificato dal Paese estero di destinazione dei beni un avviso di versamento Iva, in quanto ha superato la soglia di 100mila euro, potrà chiedere il rimborso per gli anni accertati, cioè 2015 e 2016, presentando istanza entro due anni dal ricevimento dell’avviso.

Normativa e prassi 16 Aprile 2021

“Affitti”: il fatturato dell’acquirente nella cessione d’azienda con riserva

Una società che nel 2019 cede un bar con riserva e nel 2020 lo riacquisisce dal gestore inadempiente, per la riduzione del fatturato che dà diritto alla fruizione del bonus locazioni dovrà computare la quota del medesimo fatturato derivante dell’azienda oggetto di trasferimento per i mesi di riferimento del credito.

Attualità 16 Aprile 2021

Record di contributi “Sostegni”: il totale erogato supera i 3 miliardi

Più di 1 milione i pagamenti eseguiti dall’Agenzia delle entrate a favore di imprese e lavoratori autonomi, per un importo complessivo che supera i 3 miliardi di euro (3.

Normativa e prassi 16 Aprile 2021

Il fine previdenziale è d’obbligo per fruire della sostitutiva al 7%

Il residente nel Regno Unito, titolare di polizze assicurative estere, che trasferisce la residenza in uno dei Comuni individuati dall’articolo 24-ter del Tuir, non può beneficiare del regime fiscale agevolato previsto dallo stesso articolo (applicazione di un’imposta sostitutiva del 7% per 10 anni): le polizze sono investimenti finanziari che non hanno una finalità previdenziale.

torna all'inizio del contenuto