Normativa e prassi

30 Gennaio 2021

Al via la lotteria degli scontrini. Prima estrazione giovedì 11 marzo

Tutto pronto per la lotteria degli scontrini. Dal 1° febbraio gli acquisti di beni e servizi di almeno un euro pagati esclusivamente con strumenti elettronici presso esercenti che trasmettono telematicamente i corrispettivi potranno generare i biglietti virtuali validi per l’estrazione.
I premi sono assegnati sia agli acquirenti sia agli esercenti. Si parte giovedì 11 marzo con il primo appuntamento: l’estrazione mensile da 100mila euro a 10 acquirenti e premi da 20mila a 10 esercenti a fronte degli scontrini trasmessi e registrati al Sistema lotteria dal 1° al 28 febbraio. Le estrazioni settimanali di 15 premi da 25mila per il cliente e 15 premi da 5mila euro per chi vende si aggiungeranno a giugno e quella annuale dal prossimo anno, che premierà uno degli acquisti effettuati dal 1° febbraio al 31 dicembre 2021 assegnando 5 milioni di euro a un acquirente e 1 milione di euro a un esercente.
Le regole per partecipare, i pagamenti ammessi alle estrazioni e i premi in palio sia per i consumatori che per i negozianti, in un provvedimento congiunto dell’Agenzia delle entrate e dell’Agenzia delle dogane e monopoli del 29 gennaio 2021.

Premi solo per i pagamenti elettronici
Per ogni corrispettivo valido, pagato quindi in modalità cashless, il Sistema lotteria genera un numero di biglietti virtuali. Sono esclusi dalla lotteria degli scontrini gli acquisti in contanti, gli acquisti online, quelli per i quali si emette fattura e quelli per i quali il cliente fornisce all’esercente il proprio codice fiscale o tessera sanitaria a fini di detrazione o deduzione fiscale.
Ciascuno scontrino partecipa a una sola estrazione settimanale, a una sola estrazione mensile e a una sola estrazione annuale, rispettivamente nella settimana, nel mese e nell’anno indicati nel calendario delle estrazioni, disponibile sul sito istituzionale dell’Agenzia delle dogane e nell’area pubblica del Portale lotteria. Il calendario può essere modificato con provvedimento del direttore generale dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli.

Primo passo: ottenere il codice
Possono partecipare alla lotteria i cittadini maggiorenni residenti in Italia che acquistano tramite moneta elettronica, al di fuori dell’esercizio di un’attività d’impresa, arte o professione, beni o servizi per almeno un euro di spesa, presso esercenti che effettuano l’invio telematico dei corrispettivi.
Basta procurarsi il codice lotteria che si potrà ottenere inserendo il proprio codice fiscale sul Portale della lotteria (www.lotteriadegliscontrini.gov.it) e mostrarlo all’esercente al momento dell’acquisto. Si tratta di un codice alfanumerico che può essere stampato o salvato su smartphone o tablet per averlo sempre a portata di mano. L’esercente leggerà il codice tramite un lettore ottico collegato al registratore telematico e trasmetterà i dati all’Agenzia delle entrate.
I dati forniti dall’acquirente nell’area pubblica del Portale Lotteria sono utilizzati esclusivamente per la generazione del codice lotteria e sono trattati dall’Agenzia delle dogane e dei monopoli per le sole finalità della Lotteria e nel rispetto delle norme sulla privacy.

Tanti biglietti virtuali quanti sono gli euro spesi
Se viene speso almeno 1 euro (con un arrotondamento se la cifra decimale supera i 49 centesimi, ossia, per esempio, con 1,50 euro si ottengono due biglietti), con pagamento tramite mezzi elettronici (carte di credito, carte di debito, bancomat, carte prepagate, carte e app connesse a circuiti di pagamento privativi e a spendibilità limitata), lo scontrino elettronico che l’esercente invia telematicamente produce un biglietto virtuale per ogni importo speso, fino a un massimo di 1.000 biglietti per ogni scontrino di importo pari o superiore a 1.000 euro. Dopo l’estrazione dei biglietti vincenti, l’Agenzia delle dogane e dei monopoli abbinerà il codice lotteria associato al biglietto estratto al codice fiscale dell’acquirente e alla partita Iva dell’esercente risultati vincitori.

Pagamento dei premi in palio
La comunicazione delle vincite avviene tramite l’indirizzo di posta elettronica certificata comunicato al momento dell’iscrizione al Portale lotteria (per gli esercenti, all’Indice nazionale degli indirizzi di posta elettronica certificata, Ini-Pec). In assenza di una Pec, la comunicazione viene inviata tramite raccomandata con avviso di ricevimento:

  • nel caso dell’acquirente, se è residente in Italia al momento dell’invio della comunicazione, sarà spedita all’ultimo indirizzo di residenza disponibile nell’Anagrafe nazionale della popolazione residente, se non è più residente al momento dell’invio della comunicazione, all’ultimo domicilio fiscale disponibile nell’Anagrafe tributaria
  • nel caso dell’esercente, all’indirizzo del domicilio fiscale.

La comunicazione segnala l’obbligo per il vincitore di recarsi, entro 90 giorni, presso l’ufficio dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli competente in base alla propria residenza o al proprio domicilio fiscale. La vincita è pagata dall’Agenzia delle dogane e dei monopoli esclusivamente mediante bonifico bancario o postale.
Il pagamento dei premi è subordinato alla presentazione, qualora non in possesso dell’Amministrazione, di documentazione comprovante l’utilizzo della moneta elettronica, come l’estratto conto o documento analogo. Tale obbligo vale sia per l’acquirente sia per l’esercente in modo da rendere indipendenti e autonome le operazioni di reclamo della vincita da parte di entrambi i vincitori, che potrebbero essere domiciliati in territori diversi.

Calendario delle estrazioni: occhio ai  giovedì
La lotteria prevede un’estrazione per ogni settimana, un’estrazione per ogni mese e un’estrazione annuale.
Il primo appuntamento è per giovedì 11 marzo 2021 con l’estrazione mensile che assegnerà i primi 20 premi estratti dai corrispettivi regolarmente trasmessi e registrati al Sistema lotteria dal 1° al 28 febbraio 2021. Le estrazioni mensili verranno effettuate, a regime, ogni secondo giovedì del mese, fra tutti i biglietti generati dai corrispettivi del mese precedente.
A partire da giugno, sempre di giovedì, si aggiungeranno anche le estrazioni settimanali, fra tutti i biglietti generati dai corrispettivi trasmessi e registrati al Sistema Lotteria dal lunedì alla domenica della settimana precedente. Prima estrazione settimanale: giovedì 10 giugno 2021.
Infine, la data dell’estrazione annuale, cui concorrono tutti i biglietti generati dai corrispettivi trasmessi e registrati al Sistema Lotteria dal 1° gennaio al 31 dicembre (ore 23.59) di ciascun anno, è fissata con provvedimento del direttore delle Dogane.
Alla prima estrazione annuale, che si terrà a inizio 2022, solo per il 2021 si concorrerà con i biglietti generati a partire dal 1° febbraio fino al 31 dicembre (ore 23.59).

Premiati acquirenti ed esercenti presso cui è avvenuto l’acquisto
Ecco di seguito le tipologie e le entità dei premi in palio da assegnare ai vincitori:

estrazioni annuali:
-1 premio di 5milioni di euro per l’acquirente e di 1 milione di euro per l’esercente
 
estrazioni mensili:
-10 premi di 100mila euro ciascuno per l’acquirente e 10 premi di 20mila euro ciascuno per l’esercente

estrazioni settimanali:
-15 premi di 25mila euro ciascuno per l’acquirente e 15 premi di 5mila euro ciascuno per l’esercente.

Vincite non ritirate
Tutti i premi devono essere reclamati entro 90 giorni dalla ricezione della comunicazione di vincita. Trascorso questo termine, il diritto a riscuotere il premio decade e la vincita è versata all’Erario, unitamente ai premi non attribuiti.

Disponibili sul sito internet dell’Agenzia delle entrate, nella sezione de “l’Agenziainforma”, e su questa rivista due guide dedicate, “Lotteria degli scontrini” e “Lotteria degli scontrini – guida rapida per gli esercenti”.

Condividi su:
Al via la lotteria degli scontrini. Prima estrazione giovedì 11 marzo

Ultimi articoli

Attualità 26 Febbraio 2021

Bonus pubblicità, marzo è il mese per prenotare il tax credit 2021

Dal 1° al 31 marzo 2021 sarà possibile presentare la comunicazione che consente l’accesso al credito d’imposta per investimenti pubblicitari, realizzati o ancora da realizzare nel 2021, utilizzando i servizi resi disponibili nell’area riservata del sito dell’Agenzia delle entrate, a cui si può accedere mediante tramite Spid, Carta nazionale dei servizi (CNS) o Carta d’identità elettronica (CIE), e con Entratel e Fisconline.

Attualità 26 Febbraio 2021

Bonus quotazione Pmi, dalla proroga le nuove scadenze per le domande

Le piccole e medie imprese che intendono sfruttare il credito d’imposta pari al 50% delle spese di consulenza, fino a un massimo di 500mila euro, sostenute per quotarsi sui mercati regolamentati o in sistemi multilaterali di negoziazione di uno Stato membro dell’Unione europea o dello Spazio economico europeo, avranno tempo per presentare le domande relative ai costi sopportati fino al prossimo 31 marzo, per quelli 2020 e, dal 1° ottobre 2021 al 31 marzo 2022, per le spese 2021.

Analisi e commenti 26 Febbraio 2021

Consolidato nazionale e mondiale. Tutte le novità del modello 2021

Con provvedimento del direttore dell’Agenzia delle entrate del 29 gennaio scorso è stato approvato il modello “Consolidato nazionale e mondiale 2021” (Cnm 2021), con le relative istruzioni, da presentare nell’anno 2021 ai fini della dichiarazione dei soggetti ammessi alla tassazione di gruppo di imprese controllate residenti nonché dei soggetti ammessi alla determinazione dell’unica base imponibile per il gruppo di imprese non residentiIl Tuir disciplina gli istituti del consolidato nazionale e del consolidato mondiale (si vedano gli articoli da 117 a 142).

Attualità 26 Febbraio 2021

Gianni Marongiu: l’etica del tributo e il rispetto del contribuente

Nella notte tra domenica 14 e lunedì 15 febbraio ci ha lasciato Gianni Marongiu.

torna all'inizio del contenuto