Normativa e prassi

29 Ottobre 2020

Navigazione fuori dalle acque Ue: documenti e mezzi per provarla

Con il provvedimento del 29 ottobre 2020 sono definiti le modalità e i mezzi idonei a dimostrare l’effettiva fruizione e l’effettivo utilizzo al di fuori dell’Unione europea dei servizi resi in relazione alle imbarcazioni da diporto. In particolare il tema è la “territorialità” delle operazioni di locazione e noleggio a breve termine, vale a dire per un periodo non superiore a novanta giorni di tali natanti.
 
Il provvedimento, consultabile in bozza dallo scorso 15 giugno (vedi articolo “Come provare che la navigazione non ha toccato le coste Ue”) mette nero specifica, tra l’altro che:

  • l’utilizzo dell’imbarcazione fuori dalle acque Ue deve risultare dal contratto di locazione, anche finanziaria, noleggio, o simili, anche sulla base della dichiarazione resa dall’utilizzatore stesso
  • le informazioni sulla rotta seguita, per le barche fornite di satellitare o di trasponder sono estratte dai sistemi di navigazione in uso e devono essere in grado di indicare, con precisione e coerenza, le tratte marittime effettuate
  • in assenza di satellitare, la navigazione extra-Ue è dimostrata dal contratto di locazione accompagnato da almeno due degli altri mezzi di prova indicati nel provvedimento stesso (giornale di bordo e documentazione utile a dimostrare che l’imbarcazione ha toccato porti non appartenenti al territorio dell’Unione europea
  • il fornitore e l’utilizzatore dell’imbarcazione da diporto devono conservare la documentazione comprovante utilizzo e navigazione in acque non unionali per il periodo previsto dall’articolo 57, commi 1 e 2, del decreto Iva per eventuali richieste da parte dell’Amministrazione finanziaria. 

Il provvedimento stabilisce, infine, che la disciplina in esso contenuta si applica ai contratti di locazione, anche finanziaria, noleggio, ed altri contratti simili, conclusi successivamente alla pubblicazione del provvedimento stesso.

Condividi su:
Navigazione fuori dalle acque Ue: documenti e mezzi per provarla

Ultimi articoli

Attualità 1 Marzo 2021

5‰ 2021, online l’elenco permanente degli enti del volontariato accreditati

Sono 49.264 gli iscritti nell’elenco permanente degli enti di volontariato che possono beneficiare della ripartizione della quota del 5mille dell’Irpef, relativa all’anno finanziario 2021, ripartita in base alle scelte effettuate dai contribuenti in occasione della dichiarazione dei redditi.

Attualità 1 Marzo 2021

Nuovi incentivi start-up e Pmi, domande dal 1° marzo al 30 aprile

Definite le modalità operative di accesso agli incentivi fiscali per le persone fisiche in regime de minimis che investono in start-up e Pmi innovative.

Attualità 1 Marzo 2021

Tax credit per il settore cinema: quattro elenchi di nuovi beneficiari

Sono online, sul sito del Mibact – direzione generale Cinema e Audiovisivo – quattro distinti decreti direttoriali (tax credit produzione e distribuzione cinematografica e tax credit sale cinematografiche) tutti di venerdì 26 febbraio 2021, con le nuove liste di imprese e opere ammesse nel perimetro degli sconti fiscali previsti dagli articoli 15, 16, 19 e 20, e 17 della legge n.

Normativa e prassi 1 Marzo 2021

L’imposta sui servizi digitali, ha i “numeri” per passare in cassa

Istituiti, con la risoluzione n. 14 del 1° marzo 2021, i codici tributo per versare, tramite modello F24, l’imposta sui servizi digitali, cosiddetta DST – Digital Services Tax, che ha visto la luce con la legge di bilancio 2019 (articolo 1, commi da 35 a 50, legge n.

torna all'inizio del contenuto