Normativa e prassi

20 Ottobre 2020

Lenti a contatto a Iva ridottissima: conta soltanto l’effetto correttivo

Alle cessioni di lenti a contatto correttive si applica l’Iva al 4%, a prescindere dal colore delle lenti. Questi prodotti, infatti, rappresentano ausili indispensabili per coloro che hanno problemi visivi permanenti.
Quindi, essendo l’aliquota agevolata strettamente connessa alla funzione, va da sé che, al contrario, che le lenti a contatto colorate a esclusivo utilizzo estetico scontano l’Iva ordinaria del 22 per cento. Discorso valido anche le soluzioni per pulire le lenti.
 
Lo afferma l’Agenzia delle entrate con la risposta n. 488 del 20 ottobre 2020, fornita a una società che vende tali tipologie di beni.
La conclusione è radicata in una disposizione di legge e nel suo chiarimento di prassi.
Si tratta dell’articolo 1, comma 3-bis, del Dl n. 202/1989, il quale ha stabilito che “tutti gli ausili e le protesi relativi a menomazioni funzionali permanenti sono assoggettati all’aliquota dell’imposta sul valore aggiunto del 4 per cento […]”, e della circolare n. 50/1990 dell’allora ministero delle Finanze, dove è stato chiarito tra l’altro che le lenti a contatto, “essendo destinate a sopperire a menomazioni visive permanenti sono da considerare quali ausili e pertanto alle relative cessioni e importazioni torna applicabile l’IVA nella misura del 4 per cento […]”.

Condividi su:
Lenti a contatto a Iva ridottissima: conta soltanto l’effetto correttivo

Ultimi articoli

Normativa e prassi 23 Novembre 2020

Nuovo set documentale anti-sanzioni per il transfer pricing collaborativo

Aggiornata, con il provvedimento, firmato oggi, 23 novembre 2020 dal direttore dell’Agenzia Ernesto Maria Ruffini, la documentazione idonea a consentire il riscontro della conformità al principio di libera concorrenza dei prezzi di trasferimento praticati dalle imprese multinazionali.

Normativa e prassi 23 Novembre 2020

Sisma-bonus acquisti anche quando da un fabbricato nascono tre edifici

I chiarimenti forniti dall’Agenzia delle entrate con la risposta n.

Normativa e prassi 23 Novembre 2020

Forfetario senza impedimenti, se la nuova società non è controllata

La clausola ostativa che vieta il regime forfetario all’impresa che controlla direttamente o indirettamente società a responsabilità limitata esercenti attività riconducibili a quella da essa svolta, non si applica al caso in esame in cui l’istante che svolge una professione in regime forfettario costituisce una società con altri soci per l’esercizio in comune della programmazione e realizzazione di corsi di aggiornamento e perfezionamento e attività di editoria di libri, opuscoli e altre pubblicazioni specialistiche.

Attualità 23 Novembre 2020

Esterometro e fatture elettroniche, online la Guida alla compilazione

È disponibile nell’area tematica “Fattura elettronica e corrispettivi telematici” del sito dell’Agenzia delle entrate, una pratica Guida alla compilazione delle fatture elettroniche e dell’esterometro.

torna all'inizio del contenuto