Normativa e prassi

29 Luglio 2020

Arrivano in cinque e finiscono nell’F24 per finanziare l’Enpab

Anche per i biologi tutto pronto per il versamento tramite F24 dei contributi destinati al loro ente di previdenza e assistenza. L’Agenzia delle entrate, infatti, con la risoluzione n. 45/E del 29 luglio 2020, inaugura cinque nuove causali contributo, che i professionisti dovranno indicare nel modello di pagamento per corrispondere le somme di spettanza dell’ente.

Pertanto, sulla base della convenzione stipulata tra Agenzia ed Enpab lo scorso 28 luglio, con la quale è stato regolato il servizio di riscossione dei contributi previdenziali e assistenziali dovuti dagli iscritti all’ente, con l’odierno documento di prassi sono istituite le causali contributo:

  • “E095” denominato “Enpab – Contributi correnti”;
  • “E096” denominato “Enpab – Contributi pregressi”
  • “E097” denominato “Enpab – Rateazioni contributive”
  • “E098” denominato “Enpab – Riscatti”
  • “E099” denominato “Enpab – Contributi volontari”.

Il loro posto nel modello F24 è nella sezione “Altri enti previdenziali e assicurativi” (secondo riquadro), nel campo “causale contributo”, esclusivamente in corrispondenza delle somme indicate nella colonna “importi a debito versati”, riportando:
– nel campo “codice ente”, il codice “0012
– nel campo “codice sede”, nessun valore
– nel campo “codice posizione”, nessun valore
– nel campo “periodo di riferimento: da mm/aaaa a mm/aaaa”, il mese e l’anno di competenza del contributo da versare, nel formato “MM/AAAA”.

Le nuove causali contributi sono operative dal prossimo 1° agosto.

Condividi su:
Arrivano in cinque e finiscono nell’F24 per finanziare l’Enpab

Ultimi articoli

Normativa e prassi 4 Agosto 2020

Accesso ai documenti dell’Agenzia: tracciate le tre strade percorribili

Con il provvedimento del 4 agosto 2020, siglato dal direttore dell’Agenzia delle entrate Ernesto Maria Ruffini, sono delineati i criteri e le modalità per l’esercizio, presso l’Amministrazione, dei tre tipi di accesso – documentale, civico semplice e civico generalizzato – e definiti la procedura da seguire, i soggetti legittimati a presentare la richiesta e i casi di esclusione o diniego.

Normativa e prassi 4 Agosto 2020

Microimprese e “Oic adopter”: “imputazione fiscale” dell’indennizzo

Con la risposta alla consulenza giuridica n. 9 del 4 agosto 2020, l’istante ha chiesto la corretta individuazione del periodo di competenza dei componenti reddituali diversi dalle cessioni di beni o prestazione di servizi, per le microimprese e per gli “Oic adopter” (quei soggetti, cioè, che non adottano i principi contabili internazionali Ifrs).

Normativa e prassi 4 Agosto 2020

Cessione di fabbricato da ultimare, non può fruire dell’esenzione Iva

Con la risposta n. 241 del 4 agosto 2020, l’Agenzia delle entrate ha fornito dei chiarimenti sul corretto trattamento fiscale ai fini Iva, Ires e delle imposte di registro e ipo-catastali da applicare a un contratto di compravendita di un ex albergo acquistato dall’istante, di cui un terzo sarà demolito e adibito ad area verde, un terzo sarà trasformato in residenza per anziani e un terzo sarà destinato alla realizzazione di un complesso residenziale abitativo.

Normativa e prassi 3 Agosto 2020

Niente esenzione Iva per la gestione “parziale” della casa di riposo

Le prestazioni di servizi svolte dalla società presso una Rsa non sono esenti da Iva se, precisa la risposta n.

torna all'inizio del contenuto