Attualità

4 Luglio 2020

Contributo a fondo perduto: ad oggi domande e importi sempre più “su”

Dal giorno di apertura dell’apposito canale dedicato dell’Agenzia, il 15 giugno scorso, gli ordinativi di pagamento emessi sono oltre 890 mila per un importo complessivo di 2,9 miliardi di euro. Ad oggi, per l’esattezza, sono 1.208.085 le istanze di contributo a fondo perduto provenienti da tutto il territorio nazionale. Le somme sono accreditate direttamente sui conti correnti di imprese, commercianti e artigiani.

I dati in dettaglio per le attività…
Le domande maggiormente presentate arrivano dal “commercio all’ingrosso e al dettaglio e riparazione di autoveicoli e motocicli” – sono quasi 343 mila -, mentre oltre 164 mila quelle relative ai “servizi di alloggio e di ristorazione”, 162 mila le istanze provenienti dal comparto “lavori di costruzione”; superano quota 143 mila quelle delle “attività manifatturiere”, 42 mila le istanze delle “agenzie di viaggio”, 40 mila quelle del “trasporto e magazzinaggio”, più di 35 mila quelle delle “attività immobiliari”.

…e per le regioni
In proporzione alla popolazione, le richieste provengono in maniera pressoché omogenea da tutto il territorio nazionale, ma se vogliamo analizzare i dati regione per regione, sul totale di oltre 1,2 milioni di istanze ricevute, la maggior parte arriva dalla Lombardia (207.200), seguita dalla Campania, che con 110.577 domande oltrepassa quota 100mila, e il Lazio (105.010). Fra le altre, spiccano le regioni Emilia Romagna (94.457), Toscana (89.704), Piemonte (83.496), Puglia (78.768) e Veneto (106.442) e Sicilia (79.356).

Condividi su:
Contributo a fondo perduto: ad oggi domande e importi sempre più “su”

Ultimi articoli

Analisi e commenti 21 Gennaio 2021

Legge di bilancio 2021 e Fisco – 14 Proroga biennale per i bonus al Sud

Confermata la misura introdotta dalla legge di stabilità 2016 per sostenere la ripresa produttiva nelle “zone assistite” di Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia.

Normativa e prassi 20 Gennaio 2021

Una rendita in successione: calcolo della base imponibile

La rendita derivante dal legato non è “vitalizia” ma “a tempo determinato”.

Normativa e prassi 20 Gennaio 2021

Iva accerta, rivalsa non incassata, inaccessibile la nota di variazione

La vicenda esaminata con la risposta n. 49 del 19 gennaio 2021 riguarda un contribuente che, dopo aver versato la maggiore Iva emersa da un accertamento con adesione, ha esercitato, nei confronti del cessionario coinvolto nell’operazione contestata dall’amministrazione finanziaria, il diritto di rivalsa secondo l’articolo 60, ultimo comma, del decreto Iva, emettendo fattura con nota di debito.

Analisi e commenti 20 Gennaio 2021

Legge di bilancio 2021 e Fisco – 13 Un inedito: il bonus per gli chef

Ai cuochi professionisti di alberghi e ristoranti, che da sempre tengono alto il nome del Paese nel mondo, costretti a incrociare le braccia a causa della pandemia, l’ultimo Bilancio (articolo 1, commi da 117 a 123, legge n.

torna all'inizio del contenuto