Attualità

8 Marzo 2021

Al via la stagione 5‰ 2021 per volontariato e Asd

Possono partire oggi, 8 marzo, le istanze per la partecipazione al riparto del contributo del 5‰ per l’anno 2021 degli enti del volontariato e delle associazioni sportive dilettantistiche. Sono interessate le organizzazioni di nuova istituzione o non presenti nell’elenco permanente.
Non sono tenuti, invece, a ripetere la domanda di iscrizione gli enti presenti nell’elenco permanente del volontariato 2021, pubblicato sul sito dell’Agenzia delle entrate, e le associazioni sportive dilettantistiche inserite nell’elenco permanente 2021, pubblicato dal Coni sul proprio sito istituzionale.

Rispetto agli scorsi anni, sono molte le novità introdotte dal Dpcm 23 luglio 2020, in relazione a modalità, competenze e termini per la presentazione delle istanze.

Procedure di accreditamento più semplici
Sono state notevolmente semplificate le modalità di accreditamento per l’accesso al riparto del contributo: gli enti potranno iscriversi al 5 per mille presentando la nuova istanza di accreditamento che contiene già l’autocertificazione sul possesso dei requisiti.
Eliminato, quindi, il doppio adempimento, domanda di iscrizione e successiva dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà. Pertanto, diversamente dagli anni precedenti, non deve essere più presentata separatamente dal rappresentante legale, entro giugno, la dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà.

Modelli e software distinti per volontariato e Asd
Da quest’anno le associazioni sportive dilettantistiche rivolgono la richiesta di accesso al contributo direttamente al Coni, che ha stipulato con l’Agenzia delle entrate una convenzione per la gestione delle istanze di iscrizione. Pertanto, per il 2021, a differenza degli scorsi anni, le associazioni sportive utilizzano modello e software distinti da quelli degli enti del volontariato. L’applicativo per l’iscrizione degli enti del volontariato è disponibile sul sito dell’Agenzia delle entrate, quello per l’iscrizione delle Asd sul sito del Coni, mediante collegamento con il sito dell’Agenzia, nonché sul sito della stessa Agenzia.

Nuovo timing per la presentazione dell’istanza
Un’ulteriore novità riguarda la tempistica: per il 2021 l’istanza di accreditamento deve essere trasmessa entro il 12 aprile 2021 (il 10 aprile previsto dal Dpcm cade di sabato), utilizzando i servizi telematici dell’Agenzia delle entrate, secondo le modalità di accesso indicate nell’apposita sezione “Come accedere ai servizi online dell’Agenzia delle Entrate” del sito dell’Agenzia.

Pubblicazione degli elenchi degli enti iscritti 2021
Gli elenchi degli iscritti saranno pubblicati per il volontariato dall’Agenzia delle entrate e per le Asd dal Coni sui rispettivi siti istituzionali. In particolare, l’elenco provvisorio degli iscritti verrà pubblicato entro il 20 aprile, mentre le correzioni di eventuali errori rilevati nell’elenco potranno essere richieste non oltre il 30 aprile. L’elenco aggiornato dei soggetti iscritti, depurato degli errori segnalati, sarà pubblicato, entro il 10 maggio.

Calendario cinque per mille 2021
8 marzo Avvio presentazione domanda di iscrizione
12 aprile Termine presentazione domanda di iscrizione
entro il 20 aprile Pubblicazione dell’elenco degli iscritti provvisorio
entro il 30 aprile Richiesta correzione domande
entro il 10 maggio Pubblicazione dell’elenco degli iscritti definitivo
Condividi su:
Al via la stagione 5‰ 2021 per volontariato e Asd

Ultimi articoli

Analisi e commenti 22 Ottobre 2021

Prima casa under 36 – 2 Dettagli sul bonus “riacquisto”

Il credito d’imposta per il riacquisto della prima casa, previsto dall’articolo 7 della legge n.

Attualità 22 Ottobre 2021

Rottamazione, pagamenti, rate: le Faq sul sito di Riscossione

Pubblicate sul sito di Agenzia entrate-Riscossione, le Faq con alcuni chiarimenti sul set di misure di favore introdotte dal decreto fiscale (Dl n.

Attualità 22 Ottobre 2021

Cartelle e avvisi esecutivi inevasi, non c’è esproprio senza intimazione

La procedura finalizzata all’espropriazione forzata, innescata dal mancato versamento di somme indicate in cartelle e avvisi di accertamento esecutivi, da parte di contribuenti che li avevano ricevuti all’inizio della sospensione dei termini (articolo 68, Dl n.

Analisi e commenti 22 Ottobre 2021

Collegato fiscale 2022 – 1: riscossione con kit anti-crisi

Più tempo – centocinquanta giorni – per pagare le somme richieste con le cartelle notificate nell’ultimo quadrimestre di quest’anno; rimessione in termini per i decaduti dalla “rottamazione-ter” e dal “saldo e stralcio”, con versamento degli arretrati, senza oneri aggiuntivi, entro il mese di novembre; innalzamento a diciotto del numero di rate non onorate che fa venir meno i piani di dilazione.

torna all'inizio del contenuto